Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 15:41

Incredibile triplo ex aequo a gara militari pugliesi

Sfida tra 7 squadre di tutti i Reggimenti della Brigata Corazzata "Pinerolo". Tre di esse - ciascuna composta da 20 militari ognuno dei quali impegnato in una prova singola - hanno ottenuto lo stesso punteggio. Domani esercitazione decisiva per il "Torino" in vista dell'impiego nei Balcani
BARI - Hanno contato e ricontato, poi hanno dovuto convenire: sommando i punti ottenuti da tre squadre, ciascuna composta da 20 militari che s'eran dati battaglia in due differenti gare, si otteneva un risultato identico. Triplo ex aequo dunque nella gara di combinata (scomposizione - ricomposizione e tiro), per l'82° Reggimento Fanteria "Torino" con sede a Barletta, l'11° Reggimento Guastatori con sede a Foggia e la squadra del Reparto Comando e Supporti Tattici Pinerolo con sede a Bari.
«I componenti delle tre squadre, sulle sette che complessivamente concorrevano nel poligono in località "Foce Ofanto", - spiega il cap. Nico Occhinegro, addetto stampa della "Pinerolo" - hanno ottenuto lo stesso punteggio complessivo: stesso numero di colpi in sagoma (contro bersaglio fisso a 150 metri) e stesso tempo di scomposizione e ricomposizione di Beretta AR 70/90. Non ci sembrava vero e così abbiamo effettuato più volte il conteggio».
Quanto ai "parziali", nella gara di scomposizione e ricomposizione, si è classificata prima la squadra del 9° Reggimento Fanteria "Bari" con sede a Trani. Primo assoluto nella gara di tiro, l'11° Reggimento Guastatori con sede a Foggia.
L'idea della competizione, prima per i reparti della Pinerolo, è farina del sacco del Generale di Brigata Emanuele Sblendorio, vice comandante della Brigata "Pinerolo" e, da sempre, convinto della necessità d'avere soldati sempre addestrati ai massimi livelli.
«L'attività - continua Occhinegro - è anche propedeutica al prossimo impiego dell'82° Reggimento "Torino" in Bosnia e del Comando Brigata in Kosovo». Proprio relativamente al prossimo impegno nei Balcani, domani, nel poligono di Torre di Nebbia, il "Torino" parteciperà ad una impegnativa esercitazione che sarà valutata da esperti del 2° Comando Forze di Difesa di San Giorgio a Cremano (Napoli). Verrà sondato il grado di preparazione raggiunto e soltanto dopo potrà esser data validazione all'impiego del Reggimento oltre Adriatico.
Le prove che attendono il "Torino" prevedono una simulazione degli ipotetici scenari con i quali potrebbero trovarsi a confrontarsi: dall'attività di Check Point, alla scorta ai convogli, fino all'esercitazione Anti Riot (controllo della folla).
La missione che attende gli uomini e le donne del Reggimento si caratterizzerà per una assoluta novità. La "Pinerolo", infatti impiegherà per la prima volta i volontari in ferma prefissata (esclusi i cosiddetti VFP1, cioè i volontari che prestano servizio per un solo anno) in ambito internazionale.
L'82° Fanteria darà il cambio al 7° Reggimento Bersaglieri di Bari, che attualmente ha il comando operativo in Bosnia.
Marisa Ingrosso

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione