Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 21:43

Fasano - Acqua con ammoniaca

Una giovane commerciante titolare di una rivendita di frutta e verdura, è rimasta intossicata dopo aver bevuto da una bottiglietta dove è stato riscontrato un piccolo foro
FASANO (BRINDISI) - Una giovane commerciante, Maria Dragone, di 19 anni, titolare a Fasano di una rivendita di frutta e verdura, è rimasta intossicata dopo aver bevuto acqua minerale da una bottiglietta in cui era anche una certa quantità di ammoniaca.
Secondo una ricostruzione dell' accaduto fatta dai carabinieri, ieri sera la giovane donna ha acquistato due bottigliette da 50 cc. di acqua da un supermercato del paese brindisino. Aveva appena bevuto alcune sorsate da una di esse quando ha avvertito forti bruciori alle prime vie respiratorie. Soccorsa, è stata portata nell'ospedale della città dove i medici le hanno diagnosticato una ingestione di ipoclorito di sodio. Maria Dragone è ora ricoverata nel reparto di Chirurgia ed è stata giudicata guaribile in una settimana circa.
Su disposizione del pm Pasquale Sansonetti, i carabinieri hanno sequestrato sia le due bottigliette sia l'intera partita di cui facevano parte. Sul collo della bottiglia dalla quale la Dragone aveva bevuto - a quanto si è saputo - vi sarebbe un forellino verosimilmente praticato con una siringa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione