Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 02:25

«Buco» a Comune Taranto: indagati 3 revisori

Accusati di concorso in falso nell'ambito di un'inchiesta sul deficit finanziario 2004 dell'ente (43 mln euro quello ufficiale, 118 mln secondo l'esposto di 14 consiglieri comunali)
TARANTO - I funzionari della Digos della questura di Taranto hanno notificato un invito a comparire a tre revisori dei conti del Comune di Taranto, i quali sono stati iscritti nel registro degli indagati con l'accusa di concorso in falso nell'ambito di una inchiesta della locale Procura della Repubblica sul deficit finanziario 2004 dell'ente (43 mln euro quello ufficiale, 118 mln secondo l' esposto di 14 consiglieri comunali). Il provvedimento, firmato dal pm inquirente, Remo Epifani, è stato notificato ad Eugenia Carelli, Osvaldo Negro e Cosimo Orlando. I tre dovrebbero essere interrogati la prossima settimana.
Nella stessa inchiesta è indagato anche l'ex dirigente del settore finanze del Comune Luigi Lubelli, che ha ricevuto nelle scorse settimane un invito a comparire ed è stato già interrogato.
L'inchiesta è stata aperta nell'autunno dello scorso anno sulla base dell' esposto dei consiglieri dell' opposizione di centro sinistra; l'assemblea municipale è stata sciolta nel marzo scorso dopo le dimissioni del sindaco, Rossana Di Bello.
Prima di far notificare gli inviti a comparire, Epifani ha fatto eseguire una perizia contabile ad alcuni docenti universitari. Nella relazione conclusiva, secondo l'accusa, gli esperti hanno indicato numerose incongruenze nelle cifre del bilancio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione