Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 01:35

Consumatori pugliesi ora sono più tutelati

Prevede norme per l'attuazione delle politiche in loro favore il testo unificato, approvato all'unanimità dal consiglio regionale della Puglia. Istituita la Consulta regionale
BARI - Viene riconosciuto il ruolo «sociale ed economico» dei consumatori e delle associazioni nel testo unificato, approvato oggi all' unanimità dal consiglio regionale della Puglia, che prevede norme per l' attuazione delle politiche in favore dei consumatori e degli utenti. La legge, attesa da anni, dota la Puglia, alla pari di altre regioni, di uno strumento legislativo con lo scopo di tutelare e promuovere la tutela dei diritti dei consumatori e degli utenti, riconoscendo il «ruolo fondamentale», come è sottolineato nella relazione, svolto dalle associazioni dei consumatori.
E' stato approvato in consiglio dopo un' ampia consultazione dei soggetti interessati: associazioni dei consumatori, associazioni dei commercianti, dei rappresentanti dei Comuni, delle Province, delle Comunità montane e delle Camere di Commercio, delle organizzazioni sindacali.
«Si tratta - ha detto l' assessore alle attività produttive e vicepresidente della giunta regionale pugliese, Sandro Frisullo - di un ottimo risultato ottenuto attraverso un percorso condiviso. Finalmente una buona legge che tutela il consumatore e rende concreto il concetto di cittadinanza attiva». «I temi della sicurezza alimentare, della rintracciabilità - ha continuato Frisullo - sono temi per questa giunta molto importanti, così come particolare attenzione sarà data al problema del controllo sui prezzi». «Il provvedimento approvato oggi in aula - ha concluso Frisullo - è il frutto di un dialogo maturo che dovrebbe esserci sempre, per quanto possibile: le leggi sono di tutti e non possono essere approvate a botta di maggioranza». Tutti concordi i consiglieri, di maggioranza e di opposizione: Rocco Palese (Fi) ha auspicato tempi brevi per l' applicazione della legge; Giammarco Surico (La Puglia prima di tutto) ha sottolineato quanto sia importante per la difesa del consumatore la prevenzione primaria; Antonio Maniglio (Ds) ha evidenziato il ruolo importante svolto dalle associazioni dei consumatori; Nino Marmo (An) ha sottolineato che «questa legge pone finalmente i cittadini al centro dei processi di commercializzazione e quindi ci sarà la possibilità reale di controllare per esempio, l' indiscriminato aumento dei prezzi».

COSA PREVEDE LA LEGGE
Prevede norme per l' attuazione delle politiche in favore dei consumatori e degli utenti il testo unificato, approvato oggi all' unanimità dal consiglio regionale della Puglia.
Il testo si compone di sette articoli: vi si riconosce il ruolo sociale ed economico dei consumatori e gli obiettivi di tutela della salute, della sicurezza, della qualità dei prodotti, degli interessi economici e giuridici; si introducono iniziative a tutela dei diritti dei risparmiatori e degli utenti dei servizi bancari, finanziari ed assicurativi, anche mediante collaborazioni con le Camere di Commercio, «per diffondere le attività di conciliazione per controversie relative ai rapporti bancari, finanziari e assicurativi, previa fissazione - è detto nel testo - di clausole conciliative nelle forme contrattuali».
A questo fine vengono favorite «convenzioni e documenti d' intesa con gli istituti di credito presenti sul territorio regionale». Inoltre, viene istituita la Consulta regionale dei consumatori e degli utenti e il registro delle associazioni dei consumatori, individuando compiti e modalità di funzionamento. La Consulta avrà sede nel settore regionale del commercio e, tra l' altro, esprimerà pareri obbligatori consultivi su ogni atto di programmazione e proposte di legge che coinvolgono interessi dei consumatori e degli utenti, avvalendosi del sistema delle commissioni consiliari regionali. Entro il 15 marzo di ogni anno dovrà predisporre una relazione sull' attività svolta nell' anno precedente.
La legge, inoltre, prevede specifici programmi di sensibilizzazione e campagne informative in favore dei consumatori. Ancora: sarà istituito lo sportello del consumatore con la nascita di un call center e uno spazio web per la diffusione di notizie di interesse per i consumatori e per la segnalazione di violazioni dei diritti. Un' altra novità è la istituzione dell' osservatorio dei prezzi e del consumo: avrà il compito di condurre indagini e rilevazioni sugli sviluppi e la struttura dei consumi, sugli standard qualitativi e sui prezzi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione