Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 18:41

Lizzano - Bancario stupratore grazie a chat

L'uomo è stato arrestato dopo una telefonata al '112' con cui un anonimo interlocutore sosteneva di aver udito le grida di una ragazza in una zona di campagna
LIZZANO (TARANTO) - Un impiegato di banca di 45 anni, originario di Roma, è stato arrestato dai carabinieri della caserma di Lizzano con l'accusa di violenza sessuale ai danni di una ragazza di 17 anni di Lizzano.
L'uomo è stato arrestato dopo una telefonata al '112' con cui un anonimo interlocutore sosteneva di aver udito le grida di una ragazza in una zona di campagna. Recatisi sul posto, i carabinieri hanno individuato un'auto con a bordo l'uomo e la ragazza intenti a compiere atti sessuali. I due sono stati accompagnati in caserma dove la ragazza ha raccontato di aver conosciuto l'impiegato di banca tramite una chat telefonica. L'uomo, una volta carpita la buona fede della minorenne, era partito da Roma e, con scuse banali, l'aveva accompagnata in un luogo appartato costringendola a subire atti sessuali.

L'intervento dei carabinieri ha impedito ulteriori conseguenze alla ragazza che ha sporto denuncia nei confronti dell'impiegato di banca, il quale aveva poi chiesto inutilmente scusa per quello che aveva fatto. I carabinieri hanno sequestrato anche i due cellulari della vittima e dell'uomo, scoprendo che contenevano 'Mms' con immagini in cui erano ritratte in primo piano le rispettive parti intime.
Dai primi accertamenti sembrerebbe che la minorenne, che vive in un contesto sociale degradato, accettasse comunque di essere importunata in cambio di ricariche telefoniche di qualche centinaio di euro. I carabinieri hanno accertato che altre persone, da diverse parti d'Italia, forse tramite il classico passaparola, avevano trasmesso sempre con 'Mms' alla ragazza fotografie che ritraevano parti intime. Ora i militari dell'Arma stanno cercando di identificare le persone che hanno inviato questi messaggi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione