Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 15:00

Fatture inesistenti: un arresto a Bari

Gli illeciti, per un ammontare che non è stato precisato, sarebbero stati compiuti dal 1999 al 2003. Custodia cautelare a Romeo Cassano socio di numerose società pubblicitarie
BARI - Con l'accusa di emissione di fatture per operazioni inesistenti, la guardia di finanza ha arrestato Romeo Cassano, di 60 anni, nato a Taranto e residente a Bari, socio di numerose società pubblicitarie. All'uomo è stata notificata un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del Tribunale di Bari Giuseppe De Benedictis su richiesta della locale procura della Repubblica.
I militari del nucleo regionale di polizia tributaria hanno accertato che Cassano, insieme con un'altra persona, Alessandro De Biase, arrestato lo scorso 7 marzo, «amministrava un microcosmo di società cartiere create, a volte all'insaputa di terzi ignari, altre volte in società con persone decedute», per la creazione di pubblicità e sponsorizzazioni sportive inesistenti. A tal proposito la guardia di finanza ha accertato che sulle fatture veniva stampigliato un falso codice di affiliazione al Coni o alla Federciclismo. Gli investigatori hanno anche ricostruito «un vasto giro di fatture e documenti falsi» nei confronti della società cooperativa La Fiorita.
Gli illeciti, per un ammontare che non è stato precisato, sarebbero stati compiuti dal 1999 al 2003.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione