Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 08:41

Bari - La pestano a sangue per lo zainetto

25 giorni di prognosi per la ragazza presa a calci e schiaffi da due giovani all'uscita da scuola a Canosa di Puglia. La Polizia arresta due sospetti
BARI - Una ragazza di 18 anni è stata aggredita, rapinata dello zainetto e di un cellulare e sbattuta contro un'auto in sosta da due giovani all'uscita da scuola a Canosa di Puglia, in provincia di Bari. La giovane, studentessa all'Istituto superiore "Einaudi", ha riportato ferite guaribili in 25 giorni per la rottura del setto nasale ma è riuscita a descrivere i due energumeni agli agenti del Commissariato di Polizia che hanno arrestato Fabio Sansonna, 23 anni, già sorvegliato speciale, attualmente agli arresti domiciliari, e Francesco Di Giacomo, 21 anni.
Per entrambi l'accusa è di concorso in rapina aggravata. Il primo, che avrebbe colpito la ragazza con calci e schiaffi, deve rispondere anche di lesioni personali ed evasione, il secondo di favoreggiamento personale e ricettazione di un motorino risultato rubato con il quale erano fuggiti subito dopo l'aggressione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione