Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 03:01

Foggia - Sequestrati beni per 500 milioni

Biagio Valerio era stato arrestato per associazione a delinquere di stampo mafioso finalizzata alla detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti
BARI - Beni immobili e disponibilità finanziarie, per un valore complessivo superiore ai 500mila euro, sono stati sequestrati da personale della Direzione investigativa antimafia di Bari a Biagio Valerio, 42 anni, in esecuzione di un provvedimento d'urgenza emesso dal sostituto procuratore della Dda Domenico Seccia. L'uomo, il 20 gennaio scorso, fu arrestato, nell'ambito dell'operazione «Cynara», insieme a 24 persone, per associazione a delinquere di stampo mafioso finalizzata alla detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, alla detenzione di armi, al riciclaggio internazionale di autovetture, alle estorsioni, alle rapine a mano armata, alla corruzione e altri reati contro il patrimonio.
Il gruppo - secondo la Dia - opera principalmente nel territorio di San Ferdinando di Puglia, in provincia di Foggia e in località limitrofe. Valerio viene indicato come luogotenente e strettissimo collaboratore di Michele Visaggio, 50 anni, e avrebbe rivestito funzioni decisionali e organizzative grazie alla fama, al rispetto e al timore acquistate negli ambienti criminali. L'uomo era già stato colpito da un provvedimento cautelare eseguito dalla Dia di Bari il 20 febbraio scorso che aveva portato al sequestro di 2 unità immobiliari, un appezzamento di terreno di 7 ettari, due automezzi e disponibilità finanziarie.
Tra i beni sequestrati oggi, individuati grazie a successive indagini, vi sono una villa con annessa piscina, un deposito di 1.750 metri quadrati adibito ad abitazione, 3 box per la custodia di animali. Nelle due operazioni di sequestro sono stati sequestrati beni del valore complessivo di 1 oltre milione di euro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione