Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 23:21

«Non fate correre i buoi a Chieuti»

A chiederlo al presidente della regione Vendola il coordinamento regionale pugliese dell'Enpa. Nella festa di San Giorgio in programma nel fine settimana gli animali costretti a correre
FOGGIA - Buoi maltrattati nella festa di San Giorgio, prevista a Cheuti in questo fine settimana: lo denuncia in una nota il coordinamento regionale pugliese dell'Enpa (Ente nazionale protezione animali) che ha scritto una lettera al presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, chiedendo che non consenta lo svolgimento della corsa dei buoi in programma.
Secondo l'Enpa se si terrà la corsa «il reato di maltrattamento è automaticamente commesso dagli organizzatori della gara».
L'Enpa sottolinea come in questa manifestazione si configuri il reato di maltrattamento di animale «perchè i buoi vengono aggiogati a un carro pesantissimo e costretti a correre, pungolati da bastoni e circondati da centinaia di persone che gridano per incitare conduttori e animali a vincere il trofeo».
«Ogni anno - sostiene l'Enpa - gli animali subiscono ferite, anche gravi, oltre al trauma dell'evento, difficile da quantificare, ma certo non da considerare consono alla natura degli animali, nè privo di strazio per i malcapitati bovini, vittime di una tradizione che non giustifica in alcun modo il maltrattamento di animali che non possono difendersi».
Il coordinatore regionale dell'Enpa, Nicola Gravina, ricorda a Vendola che «chiunque organizza o promuove spettacoli o manifestazioni che comportino sevizie o strazio per gli animali è punito con la reclusione da quattro mesi a due anni e con la multa da 3.000 a 15.000 euro».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione