Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 08:22

Riarrestato il padre di Giusy

Carlo Potenza (papà della ragazzina uccisa dal pro-cugino il 12 novembre del 2004) era ai «domiciliari» ma avrebbe evaso gli obblighi imposti dalla legge
FOGGIA - E' tornato in carcere Carlo Potenza, il padre di Giusy la ragazza di 15 anni uccisa dal pro-cugino con cui avrebbe avuto una relazione a Manfredonia il 12 novembre del 2004 e il cui corpo è stato trovato il giorno successivo nelle campagne del centro sipontino a ridosso di una scogliera. Il padre, già agli arresti domiciliari, è stato arrestato dalla Polizia per evasione dagli obblighi imposti dalla legge. Secondo una prima ricostruzione, l'uomo sabato scorso si sarebbe recato nell'abitazione dei suoceri dove vive l'altra figlia, Michela. Pare che Potenza avrebbe avuto anche una accesa discussione con la ragazza, per le sue frequentazioni con Filomena Rita Mancini e Sabrina Santoro, le ragazze di Manfredonia accusate di aver indotto alla prostituzione Giusy per poi dividersi i proventi dell'illecita attività. La polizia, appreso la violazione, ha avvisato il tribunale. L'ordinanza è stata firmata dal Gup del Tribunale di Foggia Carlo Protano, lo stesso magistrato che aveva firmato una precedente ordinanza di arresto sempre per evasione dagli arresti domiciliari. Il padre di Giusy il 31 maggio dello scorso anno era stato arrestato con l'accusa di tentato omicidio. Il pescatore, secondo la ricostruzione degli inquirenti, mentre era in un bar al rione Monticchio di Manfredonia accoltellò Pasquale Mangini, il padre di Filomena Rita perchè, secondo lui, lo provocava e infangava il nome della piccola figlia andando a raccontare in giro che per colpa di Giusy - apostrofandola anche con parole offensive - la figlia era in carcere. L'uomo aveva ottenuto gli arresti domiciliari per recarsi al lavoro, ma qualche settimana fa era stato arrestato dai carabinieri perchè era uscito di casa prima dell'orario consentito. Proprio alcuni giorni fa aveva ottenuto, nuovamente, i domiciliari.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione