Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 21:41

Incidente mortale all'Ilva: aperta inchiesta

I magistrati affideranno al medico legale Marcello Chironi l'autopsia (che verrà eseguita domani alle 13) sul corpo dell'operaio Antonio Mingolla, di 47 anni, di Mesagne (Brindisi), dipendente della ditta di appalto "Cmt" di Taranto, morto per aver inalato gas tossici
TARANTO - La Procura della Repubblica di Taranto ha aperto un fascicolo d'inchiesta a carico di ignoti per l'incidente mortale accaduto ieri pomeriggio nello stabilimento siderurgico Ilva di Taranto. L'indagine è condotta dal procuratore aggiunto, Franco Sebastio, e dal sostituto procuratore Mario Barruffa.
In giornata i magistrati affideranno al medico legale Marcello Chironi l'autopsia (che verrà eseguita domani alle 13) sul corpo dell'operaio Antonio Mingolla, di 47 anni, di Mesagne (Brindisi), dipendente della ditta di appalto "Cmt" di Taranto, morto per aver inalato gas tossici mentre effettuava la manutenzione su una conduttura di gas collegata all'Altoforno 1. Nello stesso incidente sono rimasti intossicati dalle esalazioni altri tre operai, due dei quali sono attualmente ricoverati con prognosi riservata nell'ospedale Santissima Annunziata e ieri sera sono stati sottoposti ad un primo trattamento in camera iperbarica nell'ospedale cittadino della Marina militare 'Ignazio Castrogiovannì.
Secondo i primi accertamenti eseguiti sul luogo della tragedia dai tecnici dello Spesal della Asl Taranto 1, gli operai coinvolti nell'incidente non indossavano le maschere di ossigeno, di cui avevano la dotazione. Sul posto c'era comunque l'installazione con le bombole fisse da cui poter attingere l'ossigeno utilizzando le maschere. Mingolla e gli altri operai stavano eseguendo una manutenzione sulla conduttura, quando sono stati investiti dalle esalazioni del gas, che è inodore ma altamente tossico, tanto da poter provocare la morte in brevissimo tempo.
Intanto dalle 23 di ieri è in corso nello stabilimento siderurgico Ilva uno sciopero generale di protesta proclamato da Fim, Fiom e Uilm che si concluderà alle 7 di domani.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione