Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 12:41

Al via la XI edizione del Premio «Biol»

In programma ad Andria dal 20 al 22 aprile ed a Bari dal 26 al 29 aprile. In gara i migliori oli extravergine d'oliva provenienti da agricoltura biologica
BARI - «Olio, olive, ulivi, sono i protagonisti dell'XI edizione del Premio "Biol" riservata ai migliori oli extravergine d'oliva provenienti da agricoltura biologica, ma soprattutto è protagonista il territorio promotore: la Puglia». Lo ha detto il presidente della Camera di Commercio di Bari, Luigi Farace, presentando oggi a Bari la nuova edizione del premio, in programma ad Andria dal 20 al 22 aprile ed a Bari dal 26 al 29 aprile. Oltre 250 i partecipanti a questa nuova edizione.
Il Premio Biol è organizzato dalla Camera di Commercio di Bari, con la direzione tecnica e del coordinamento del Cibi (Consorzio Italiano per il Biologico), con il supporto del Comune di Andria, con il patrocinio di Ifoam, del Coi, del ministero delle politiche agricole e forestali, della Regione Puglia, della Provincia di Bari e la collaborazione di vari organismi di settore come l'Aiab Puglia, l'Icea (Istituto per la Certificazione Etica e Ambientale), Acu, Consorzio Puglia Natura e la Fiera spagnola 'Ecolivà.
«L'attenzione al biologico - ha detto Farace - si rivolge, oltre che al prodotto in sè, ai valori economici della nostra regione che un mercato moderno, evoluto e soprattutto molto attento ai particolari, ritiene indispensabili per la valutazione complessiva del prodotto. Il 'Biol' punta l'attenzione su un comparto in espansione e su un nuovo modo di fare sviluppo con un'attenzione specifica alla sostenibilità dell'ambiente». «L'arco temporale in cui si estende il concorso, dalla diffusione del bando alla proclamazione del vincitore, è volutamente estesa - ha aggiunto il presidente della Camera di commercio - per consentire che di questa iniziativa si parli a lungo e lo si faccia soprattutto all'estero. Un segno di questa presenza internazionale è la partecipazione di un capo panel internazionale proveniente dal Giappone, Toshihisa Suzuki. L'intento della Camera di Commercio è quindi di sostenere questo comparto anche attraverso manifestazioni che siano momento di analisi, confronto e proposta».
Concetto ribadito in una nota dell'assessore alle risorse agroalimentari della Regione Puglia, Enzo Russo: «Il premio 'Biol' è un' iniziativa da sostenere poichè esalta l'olio extravergine d'oliva biologico favorendo la conoscenza di questo metodo di produzione che esalta la salubrità dell'ambiente ed il rispetto per il territorio. Promuovere questo tipo di agricoltura significa promuovere gli elevati standards qualitativi che essa garantisce in termini di bontà, genuinità e sicurezza».
Per il presidente del Consorzio italiano per il Biologico (CiBi), Nino Paparella, il concorso è inoltre «testimonianza di un carattere di unicità diretto al confronto internazionale e al tema ambientale e della salute. Aspetti tutti compresi nel biologico pugliese».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione