Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 10:53

Macelleria clandestina in un vecchio casello ferroviario nel Barese

E' stato scoperto a Gravina in Puglia dove i carabinieri hanno denunciato due persone, padre e figlio di 66 e 32 anni. All'arrivo dei militari erano pronti per la vendita 24 animali, tra capretti e agnelli
GRAVINA IN PUGLIA (BARI) - Avevano trasformato un vecchio casello ferroviario in macelleria clandestina con annesse stalle per allevare animali: all'arrivo dei carabinieri erano pronti per la vendita 24 animali, tra capretti e agnelli. E' stato scoperto a Gravina in Puglia dove i carabinieri hanno denunciato due persone - padre e figlio di 66 e 32 anni - con l' accusa di macellazione clandestina e violazione delle norme previste della legge Ronchi per lo smaltimento dei rifiuti speciali.
A quanto si è saputo, i due uomini avevano ricavato nella vecchia casa alcune piccole stalle dove sono stati trovati cavalli, asini, pecore, anatre e galline, vani per la macellazione, e una sorta di magazzino per la vendita dove erano i capretti e un grande quantitativo di uova. Tutte queste stanze erano in precarie condizioni igieniche.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione