Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 07:45

Taranto - Morto Piero Sassi, nella storia della Polizia

A Torino, tra gli altri, partecipò all'arresto di Angelo Epaminonda, re negli anni '70 della mala milanese; dei rapitori del bimbo torinese Marco Fiora, per 17 mesi prigioniero sull'Aspromonte
TORINO - E' morto oggi a Sava (Taranto), per complicazioni di natura cardiaca, Piero Sassi, uno dei funzionari che hanno fatto la storia della Questura di Torino.
Era nato il 18 febbraio del 1943. Laureato in Giurisprudenza, dopo il servizio militare nei carabinieri era entrato nel '70 in polizia. Dapprima alla digos e alla squadra mobile di Pisa, nel '74 era stato assegnato alla squadra mobile di Torino, di cui era poi diventato dirigente nel 1982. Dall' 86 al '90 era stato al vertice della Criminalpol del Piemonte e della Valle d' Aosta. Dopo una breve parentesi in Campania, aveva lasciato la polizia per assumere nel '91 la responsabilità della sicurezza industriale della Comau (Gruppo Fiat), incarico che aveva lasciato qualche tempo fa per andare in pensione.
Numerosi le operazioni che lo hanno visto protagonista a Torino: dall' arresto di Angelo Epaminonda, detto il Tebano, re incontrastato negli anni '70 della mala milanese, all' arresto dei rapitori del bimbo torinese Marco Fiora, per 17 mesi prigioniero sull' Aspromonte in Calabria, a quello del serial killer di prostitute Antonio Giudice.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione