Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 17:10

In Puglia truffe a Ue per oltre 20 mln

Il dato è stato illustrato oggi dal gen. Francesco Saverio Polella, nell'ambito della presentazione del bilancio annuale d'attività della Guardia di Finanza
BARI - Contrasto all'evasione fiscale, alla «economia sommersa», alle frodi comunitarie all'immigrazione clandestina, alla contraffazione ma anche tutela dell'ambiente.
E' ricco di cifre il bilancio annuale della Guardia di Finanza dell'attività condotta dai reparti del Comando regionale «Puglia», nel 2005, illustrato stamani dal comandante regionale, gen. Francesco Saverio Polella che ha raffrontato i dati con quelli conseguiti nel 2004 dalle «fiamme gialle» nelle cinque province pugliesi e ricordato le principali operazioni messe a segno. In particolare, sono stati eseguiti 4.183 interventi nell'ambito delle verifiche fiscali, con la denuncia di 440 persone, sono stati scoperti 353 evasori totali, ed individuati 2169 lavoratori «al nero» e 1.589 persone irregolarmente assunte. Nell'ambito della lotta alle frodi alla Comunità Europa, i finanzieri hanno accertato, soprattutto nel Salento, numerose truffe nel comparto dei fondi strutturali, e in alcuni casi è stato anche accertato il concorso nell'illecito di pubblici funzionari, del Ministero delle Attività Produttive o di Enti regionali o di professionisti incaricati di pubblico servizio. Le indebite percezioni ammontano, complessivamente a 20.756.450 euro.
Numerosi anche i controlli e le inchieste in materia di spesa sanitaria, con la denuncia di un centinaio fra medici ed amministratori di società farmaceutiche, dirigenti e dipendenti di ASL pugliesi. I finanzieri hanno accertato indebiti rimborsi per 1,604mln euro ed un danno erariale pari a quasi 20mln solamente nel comparto sanitario. Nell'ambito delle attività riguardanti le accise sugli olii minerali e combustibili, 347 persone sono state denunciate e sono state sequestrate oltre 520 tonnellate di prodotti petroliferi e accertato il consumo in frode di 11 mila tonnellate di olii minerali, con l'evasione di tributi per 6,7mln. Il contrasto alla criminalità organizzata, al riciclaggio e all'usura, ha portato al sequestro di depositi e titoli per oltre un milione di euro e di immobili per poco più di 8mln di euro, mentre le operazioni antidroga hanno portato al sequestro complessivo di 1855 chilogrammi, di cui oltre 1700 tra hashisc e marijuana. La lotta alla contraffazione ha invece portato al sequestro di quasi 150 mila dischi e DVD illegalmente riprodotti, ed 1,2ml di capi d'abbigliamento ed accessori moda con false griffe, e alla denuncia di oltre 1000 persone, di cui 53 arrestati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione