Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 17:24

Tentato omicidio... per amore: in manette

Il tarantino non soltanto avrebbe molestato telefonicamente una casalinga ma avrebbe anche tentato d'«accoparle» il marito investendolo. Bloccato dai carabinieri
TARANTO - Prima avrebbe tempestato di telefonate una casalinga sposata di 45 anni, chiedendole un incontro anche se non si conoscevano. Quando quest'ultima, d'accordo con il marito, gli ha teso una «trappola», dandogli un appuntamento vicino a un bar, il molestatore ha investito l'uomo con l'automobile. Alla fine Giovanni Bicchieri, 43 anni, pregiudicato di Faggiano in provincia di Taranto, è stato arrestato dai carabinieri di San Giorgio Jonico per tentato omicidio, resistenza a pubblico ufficiale e molestie telefoniche.
Pare che da tempo chiamasse al telefono la donna che, esasperata, avrebbe informato il marito. Al momento dell'incontro, però, quest'ultimo ha telefonato al 112. L'arrivo dei militari, giunti con due pattuglie, pare abbia indispettito Bicchieri che - è la ricostruzione dei militari - ha iniziato una serie di manovre spericolate con la sua automobile nel tentativo di fuggire, rischiando di investire i passanti. A un certo punto avrebbe diretto l'auto verso il marito della donna che è riuscito ad evitare il peggio saltando sul cofano anteriore. I carabinieri, mettendo di traverso le auto di servizio, hanno bloccato il pregiudicato, che di mestiere fa il pastore.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione