Mercoledì 18 Luglio 2018 | 16:46

Nuova stazione ferro-gomma a Fesca (Bari)

Inaugurata oggi. L'assessore alla mobilità, Antonio Decaro: presto altra stazione a Mungivacca (dopo l'accordo con l'Ikea) e una terza al quartiere S. Paolo
BARI - «La realizzazione di questa infrastruttura ferroviaria si colloca tra le opere destinate ad innovare e razionalizzare il sistema della mobilità nell'area urbana e metropolitana di Bari»: lo ha detto l'amministratore delegato della Ferrotramviaria Spa, Enrico Maria Pasquini, inaugurando oggi la stazione Fesca-San Girolamo e presentando il progetto del nodo di scambio ferro-gomma in corrispondenza della stessa stazione, a servizio del quadrante territoriale nord-ovest del capoluogo. Alla cerimonia inaugurale hanno partecipato l'assessore regionale pugliese ai trasporti, Mario Loizzo, e l'assessore alla mobilità del Comune di Bari, Antonio De Caro.
«L'infrastruttura e l'annesso parcheggio consentiranno - ha sottolineato Pasquini - di lasciare l'auto e di raggiungere in treno ed in pochi minuti il cuore del capoluogo favorendo al contempo la soluzione dei problemi di rapporto delle aree urbane vicine di Fesca-S. Girolamo con l'area centrale della città e facendo venir meno l'isolamento "naturale" che le caratterizza».
In sostanza i convogli delle Ferrovie del Nord Barese potranno essere utilizzati nelle ore di punta con cadenze di tipo metropolitano, innalzando la capacità di trasporto della Ferrovia, che è attualmente utilizzata da circa 5 milioni di persone all'anno e che in considerazione dei collegamenti attivi e previsti porterà la capacità complessiva, stimata, ad oltre 20 mila persone al giorno per senso di marcia.
A Fesca-S. Girolamo convergono tre differenti linee in direzione Bari Centrale - ha spiegato Pasquini - quella della Bari-Barletta, recentemente raddoppiata ed elettrificata; il collegamento metropolitano della linea che collegherà Bari con l'ospedale S. Paolo, in fase di ultimazione; il collegamento tra Bari, l'aeroporto di Bari-Palese e Bitonto, in fase di appalto. «L'apertura del tratto a doppio binario fra Lamasinata e Palese - ha aggiunto - amplificherà ulteriormente i benefici già evidenti nel sensibile contenimento dei ritardi nella marcia dei treni. L'area dello scalo Fesca-S.Girolamo, già Lamasinata, è di fatto in una posizione strategica, candidandosi a svolgere funzioni di porta d'accesso e di scambio per l'area urbana centrale, attraverso via Napoli, così come è previsto che avvenga per le altre due direttrici primarie della Statale 100 Bari-Taranto e della Provinciale Bari-Bitritto-Santeramo».
Il costo dell'investimento, inserito nella Legge Obiettivo, è di 20,66 milioni di euro.

LOIZZO: E' CENTRALE RETE FERROVIE
«La strategia del governo regionale si basa sulla centralità delle modalità ferroviaria su cui trasferire quote consistenti di pendolari e merci al fine di valorizzare la rete ferroviaria e ricucire la ferite sul territorio con una sensata riqualificazione urbanistica»: lo ha detto l'assessore ai Trasporti della regione Puglia, Mario Loizzo, intervenendo oggi all'inaugurazione della stazione Fesca-San Girolamo della Ferrotramviaria Spa e alla presentazione del nodo di scambio ferro-gomma in corrispondenza della stessa stazione.
«Assistiamo oggi al completamento di una infrastruttura e su questo punto - ha aggiunto Loizzo - intendiamo intervenire con pressione continua sugli aspetti burocratici e organizzativi affinchè siano sempre più le opere completate. In Puglia ci sono 1500 km di strade ferrate che devono rappresentare una grande opportunità e non devono essere vissute come un ostacolo. L'entrata in funzione del nodo di scambio gomma-ferro è il primo concreto passo di un progetto che prevede una strategia di scambio pubblico e privato con autososte lungo il percorso delle cinque ferrovie che arrivano nel centro di Bari. In più la stazione di Fesca-San Girolamo sarà un punto di rivitalizzazione di questi quartieri».
Per l'assessore alla mobilità ed al sistema trasporti del comune di Bari, Antonio Decaro, «la realizzazione dell'infrastruttura ferroviaria e l'annesso parcheggio contribuiranno a decongestionare e migliorare la mobilità di Bari. Quest'opera è la prima realizzata sulle 3 previste: quella di Mungivacca nell'ambito dell'accordo con l'Ikea ed a carico della multinazionale e quella della stazione Tesoro di Bari S. Paolo finanziata con 1 milione di euro». L'assessore ha annunciato la costruzione di un centro civico su via Napoli che sarà collegato alla stazione di Fesca-San Girolamo con una passerella pedonale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

GDM.TV

Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 
Brindisi, più di 260 chili di droga nascosti in un gommone: arrestato 26enne

Brindisi, più di 260 chili di droga nascosti in un gommone: arrestato 26enne (Vd)

 
I pugliesi lo fanno meglio: ecco Roberta e il suo 'U Taràll

Roberta, 2 lauree e un sogno da giornalista: torna a Bari da Londra per fare i taralli

 
Bari, francesi cantano Marsigliese per festeggiare Coppa del Mondo

Bari, francesi cantano Marsigliese per festeggiare Coppa del Mondo Vd

 
Pio e Amedeo, l'incursione nello stadio dei Leeds: Presidente, giochiamo col Foggia?

Pio e Amedeo, l'incursione nello stadio dei Leeds: Presidente, giochiamo col Foggia?

 
Di Maio a Matera: «Via Pittella, non si gioca con la sanità»

Di Maio a Matera: «Via Pittella, non si gioca con la sanità»

 

PHOTONEWS