Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 19:54

Tifo violento: sette denunce per Lecce-Parma

Sette ultras salentini sono stati denunciati dalla polizia in quanto ritenuti responsabili del lancio di fumogeni lo scorso 19 marzo, nello stadio di Via del Mare
LECCE - Sette ultras del Lecce sono stati denunciati dalla polizia in quanto ritenuti responsabili del lancio di fumogeni lo scorso 19 marzo, nello stadio di Via del Mare a Lecce, durante la partita di calcio Lecce-Parma.
Sono stati identificati da agenti della polizia scientifica e della Digos della Questura di Lecce, dopo avere visionato i filmati ripresi dagli impianti a circuito chiuso dello Stadio di Via del Mare e le riprese eseguite dalle stesse forze di polizia. Per il comportamento di alcuni tifosi, l'arbitro fu costretto a interrompere in due occasioni, dal 23' al 27' del primo tempo e dal 15' al 17' del secondo tempo, temporaneamente la gara, con la conseguente squalifica del campo per una giornata.
Nei confronti degli ultras denunciati il questore di Lecce, Giorgio Manari, sta valutando se disporre l'interdizione di assistere a partite di calcio del Lecce. Nel corso dell' attività investigativa nei giorni scorsi i poliziotti individuarono Vito Cristian Baglivo, che venne arrestato perchè ritenuto responsabile del lancio di fumogeni in occasione della stessa partita.
Ai sette ultrà (sei di Lecce e uno di Surbo) il questore di Lecce, Giorgio manari, ha vietato l'accesso ai luoghi dove si svolgeranno le competizioni sportive del Lecce.
Il provvedimento del questore avrà la durata di tre anni. Gli ultrà dovranno presentarsi negli uffici di polizia in occasione delle manifestazioni sportive nelle quale è impegnata la squadra del Lecce per apporre la loro firma su un apposito registro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione