Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 18:37

Contrabbando - Pugliese morto in Montenegro

Il cadavere trovato sotto una lastra di cemento nel giardino di una villetta, secondo le prime indiscrezioni, sarebbe di Giuseppe Pinuccio Cellamare
BELGRADO - Un cadavere che, secondo le prime indicazioni, potrebbe essere quello di un pregiudicato italiano è stato trovato nelle scorse ore sotto una lastra di cemento nel giardino di una villetta di Sutomore, nella repubblica ex jugoslava del Montenegro. Lo riferisce l'agenzia serba Beta, citando fonti ufficiose e indiscrezioni dei media montenegrini.
Il morto, presumibilmente ammazzato, potrebbe essere Giuseppe Pinuccio Cellamare, di origine pugliese, un personaggio legato secondo gli inquirenti locali a traffici di contrabbando svolti per anni in comune da bande italiane e montenegrine. Sotto il cemento, a quanto si è appreso, sono state trovate soltanto ossa e al momento non è stato possibile datare il decesso.
Cellamare - stando alle fonti montenegrine - risultava essersi rintanato a Sutomore, sulla costa adriatica, almeno dal 1999, in una villetta abitata nel recente passato da diversi connazionali. Nello stesso Paese balcanico il suo nome era stato implicato alla fine degli anni '90 nell'uccisione di un altro italiano, Francesco Volpe.
Il piccolo e impervio Montenegro è stato negli ultimi anni meta di rifugio per molti esponenti della Sacra Corona Unita, la cosiddetta mafia salentina, e in generale è stato segnalato al centro di intensi traffici criminali cogestiti attraverso l'Adriatico da cosche italiane e locali.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione