Cerca

Sabato 23 Settembre 2017 | 04:08

Lecce - Shopping con carte di credito d'altri

Due persone sono state arrestate e tre, leccesi, sono state denunciate a piede libero. Via web, all'insaputa dei correntisti, avrebbero comprato anche automobili
LECCE - Due persone sono state arrestate dalla Squadra Mobile della Questura di Lecce, in esecuzione di altrettante ordinanze di custodia cautelare, per indebito utilizzo di carte di credito, falsità materiale, truffa, ricettazione e sostituzione di persona. Nel corso delle indagini ai due è stato sequestrato numeroso materiale cartaceo ed informatico che ha consentito di risalire ad altre attività illecite, poste in essere contemporaneamente e insieme a tre complici, tutti leccesi, denunciati a piede libero.
La banda utilizzava carte di credito di altre persone per acquistare automobili, televisori, climatizzatori e miniciclomotori. Le indagini erano partite dalle denunce di corrrentisti che avevano notato addebiti per spese effettuate con carta di credito e acquisti on line di cui non erano a conoscenza.
Utilizzando falsi documenti d'identità, avrebbero acquistato via internet beni, anche di ingente valore, come un televisore al plasma, termoconvettori, cellulari ecc. che, secondo quanto accertato, venivano recapitati tramite corriere in luoghi convenuti per essere, quindi, prelevati dagli arrestati, senza che rimanesse traccia della loro vera identità e residenza. Il gruppo criminale, facendo ancora ricorso all'utilizzo di documenti falsificati, si era specializzato nell'acquisto di autovetture nuove, di media e grossa cilindrata, usufruendo di un finanziamento pari all'intero importo del bene.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione