Mercoledì 18 Luglio 2018 | 01:20

Bomba nel Foggiano, indagini a 360°

Un pool di investigatori è stato costituito per seguire solo l'omicidio del 18enne e, già all'alba di questa mattina, oltre 100 carabinieri hanno partecipato ad un blitz
FOGGIA - Qual è il rapporto che lega Onofrio Palazzo il padre di Giorgio, il ragazzo di 18 anni ucciso sabato pomeriggio da una busta bomba indirizzata al genitore e il carrozziere Vittorio Galasso, l'uomo che ha ricevuto l'altro plico bomba che però non è esploso? Nella risposta si troverebbe la soluzione dell'omicidio di Giorgio Palazzo, morto nell'ospedale di San Severo in seguito alle ferite provocate da un ordigno esploso nella sua abitazione a Sannicandro Garganico. Intanto ieri sera si è svolto un incontro in Procura a Foggia poichè le indagini dai magistrati di Lucera sono passati a quelli del capoluogo dauno. «Reato a distanza» la figura giuridica che ha permesso questo cambio di magistrati e cioè che la competenza spetta alla procura dove è iniziata la condotta anche se l'evento avviene in un'altra zona. In questo caso specifico la busta contenente la bomba è stata inviata da un ufficio postale di Foggia e il ragazzo è morto nell'ospedale Masselli Mascia di San Severo. Sul fronte delle indagini non si segnalano particolari novità e, come si dice in questi casi, gli investigatori si muovono a 360 gradi. Un pool di investigatori - composto da carabinieri del Reparto Operativo e della compagnia di San Severo - è stato costituito per seguire solo l'omicidio del 18enne e, già all'alba di questa mattina, oltre 100 carabinieri hanno partecipato ad un blitz nella città garganica eseguendo perquisizioni in abitazione e locali di San Nicando.

Secondo l'ultima ricostruzione , sabato pomeriggio la madre della vittima, Rosa Di Lella, ha ritirato la busta gialla «Mille Bolle» deponendola sull'asse da stiro. Una volta in casa, di ritorno dalla scuola, Giorgio ha preso la busta e ha aperto il piccolo cofanetto, innescando la tragica esplosione. All'interno dell'oggetto, tondo e di legno chiaro, vi era un pugno di polvere da cava legato con un filo elettrico ad una pila stilo con un congegno collegato con un piccolo tasto premuto dal tappo del cofanetto. Poco dopo a tre chilometri dal civico 9 di via Dei Carrettieri, un carrozziere ha ricevuto lo stesso plico: anch'esso spedito da Foggia con posta prioritaria. Saputo cosa era avvenuto poco prima, e trovato nella busta lo stesso cofanetto di legno chiaro, lo ha gettato per terra nei pressi di un camion.

Molte le piste dei carabinieri e dei magistrati della Procura di Foggia. Escluso per ora quella del racket, tutte le altre sono seguite con molta attenzione: dalla possibilità di una vendetta al fatto che il nonno della vittima era stato coinvolto due anni fa nella maxi operazione dei carabinieri contro la faida del Gargano. Ma sembra proprio che la soluzione di questo giallo sia da ricercare sul collegamento tra l'orefice, padre della vittima, e il carrozziere. I due hanno riferito agli investigatori di conoscersi, ma come si conoscono tutti in un piccolo paese come Sannicandro Garganico.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

GDM.TV

Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 
Brindisi, più di 260 chili di droga nascosti in un gommone: arrestato 26enne

Brindisi, più di 260 chili di droga nascosti in un gommone: arrestato 26enne (Vd)

 
I pugliesi lo fanno meglio: ecco Roberta e il suo 'U Taràll

Roberta, 2 lauree e un sogno da giornalista: torna a Bari da Londra per fare i taralli

 
Bari, francesi cantano Marsigliese per festeggiare Coppa del Mondo

Bari, francesi cantano Marsigliese per festeggiare Coppa del Mondo Vd

 
Pio e Amedeo, l'incursione nello stadio dei Leeds: Presidente, giochiamo col Foggia?

Pio e Amedeo, l'incursione nello stadio dei Leeds: Presidente, giochiamo col Foggia?

 
Di Maio a Matera: «Via Pittella, non si gioca con la sanità»

Di Maio a Matera: «Via Pittella, non si gioca con la sanità»

 
Auto contro scooter sulla ss100: morto un 62enne

Auto contro scooter sulla ss100: morto un 62enne

 

PHOTONEWS