Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 03:02

Ostuni - Bonifica per la nave turca

Dalla settimana prossima le operazioni sulla "Hanife Ana", incagliata dal 6 febbraio dinanzi a Costa Merlata, con il piano della società Castalia Ecolmar
Ostuni - La motonave «Hanife Ana» incagliatasi nelle acque di Costa Merlata OSTUNI (Brindisi) - Cominceranno la settimana prossima le operazioni di bonifica sulla motonave turca "Hanife Ana" incagliata dal 6 febbraio scorso dinanzi alla scogliera di Costa Merlata ad Ostuni. Lo rende noto in un comunicato il Comune di Ostuni che annuncia anche il via libera alle operazioni dato dal ministero dell'Ambiente che ha autorizzato il piano presentato dalla società Castalia Ecolmar circa la bonifica.
La conferma - riferisce la nota - è arrivata dalla Capitaneria di Porto di Brindisi che nelle prossime ore incontrerà i responsabili della società romana per predisporre i primi interventi. Dalla prossima settimana, invece, il piano entrerà nel vivo con l'inizio dell'aspirazione di tutti i liquidi inquinanti ancora contenuti sull'Hanife Ana.
Soddisfazione per la notizia è stata espressa dal sindaco di Ostuni, Domenico Tanzarella per il quale «finalmente cominciano ad arrivare segnali confortanti per la risoluzione di questo problema. Chiaramente questa è la prima fase che darà un po' di serenità a tutti i cittadini, ma chiaramente l'obiettivo finale resta quello della rimozione di questo "ospite sgradito"».
Intanto questa mattina - è detto ancora - si è svolta una riunione tecnica a cui hanno partecipato rappresentanti di Regione, provincia di Brindisi e Comune di Ostuni. Per il presidente della Provincia, Michele Errico, «la nave incagliata ad Ostuni è attualmente la più grossa emergenza in Provincia di Brindisi e per questo vogliamo risolvere insieme a Comune e Regione quello che rappresenta una seria preoccupazione per l'ambiente e per il turismo». «Ho constatato - ha dichiarato Tanzarella - la disponibilità, non solo politica ma anche finanziaria di concorrere alla risoluzione del problema e questo mi lascia ben sperare. Di fronte ad una situazione di così vasta portata anche dal punto di vista dei mezzi e degli strumenti, era importante che ci fosse il coinvolgimento e la partecipazione di tutti gli Enti territoriali. Un primo passo positivo col coinvolgimento della Provincia e della Regione insieme al Comune, costituisce una condizione necessaria ed indispensabile per procedere».
Nella nota si ricorda, infine, che il 14 marzo scorso il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, ha scritto al Direttore del Dipartimento nazionale di Protezione Civile, Guido Bertolaso, chiedendo di assumere il coordinamento di tutte le operazioni che riguardano la "Hanife Ana". «L'emergenza è ben più ampia e riguarda tutta la Regione e la Protezione civile - ha ribadito nell'incontro il consigliere regionale Montanaro - in questo caso porrà in essere tutti gli strumenti necessari per dare il contributo per la risoluzione del problema che coinvolge la nostra comunità, è un problema che non può più attendere e la stagione estiva si sta avvicinando e l'economia di questa terra potrebbe essere compromessa gravemente se nel frattempo non saremo in grado di rimuovere la motonave».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione