Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 06:33

«Più Vigili Urbani a Cerignola»

L'esigenza è emersa nel corso della riunione stradinaria del comitato per l'ordine pubblico e la sicurezza pubblica alla presenza del Prefetto di Foggia, Sandro Calvosa
FOGGIA - Riunione stradinaria del comitato per l'ordine pubblico e la sicurezza pubblica questa mattina a Cerignola alla presenza del Prefetto di Foggia, Sandro Calvosa, del sindaco del centro ofantino, Matteo Valentino e dei rappresentanti delle forze dell'ordine. Prefetto e primo cittadino, nel corso della riunione, hanno concordato l'organizzazione di incontri tra i rappresentanti dei diversi quartieri e i vertici locali delle Forze dell'Ordine «per ascoltare le istanze concrete del territorio e rispondere alla domanda di sicurezza - ha affermato il prefetto di Foggia, Sandro Calvosa - per iniziare, così, a contrastare l'azione dei delinquenti e, in particolare, di chi spaccia droga».
Diversi i temi discussi durante la riunione, e formalizzati in un documento che il sindaco ha consegnato al prefetto. A partire dalla richiesta di un intervento per «l'adeguamento della pianta organica dei Vigili urbani - ha affermato Matteo Valentino - che oggi sono un terzo di quanti necessiterebbero.
L'impegno della Prefettura a sostenere questa nostra richiesta è stato riconfermato e migliorato, ipotizzando un percorso di iniziative che assicurino una maggiore presenza di Forze dell'Ordine sul territorio».
Una delle ipotesi operative è, appunto, l'organizzazione di Comitati itineranti per stabilire un contatto diretto con gli abitanti dei diversi quartieri di Cerignola. In parallelo, il prefetto ha chiesto al sindaco di attivare riunioni con le associazioni di categoria, delle imprese e dei sindacati, per concordare l'attivazione e la localizzazione di sistemi di videosorveglianza nelle zone più a rischio. L'utilizzo della videosorveglianza, inoltre, dovrebbe consentire una prima risposta alle istanze di sicurezza provenienti dai dipendenti e dagli utenti dell'ospedale Tatarella. Il prefetto ha confermato la previsione di due unità per l'attivazione del servizio del Poliziotto di quartiere, ma «stiamo aspettando - ha dichiarato Calvosa - che si effettuino i necessari incrementi di organico, perchè anche noi soffriamo questo tipo di problemi».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione