Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 14:59

Foggia - Violenza di gruppo

Quattro uomini di circa 30 anni, di nazionalità romena sono stati sottoposti a fermo dai carabinieri on l'accusa di aver stuprato una loro connazionale
FOGGIA - Avevano chiesto 100 euro al marito e al suo rifiuto hanno violentato la moglie. E' accaduto a Borgo Segezia dove i carabinieri della compagnia di Foggia hanno arrestato quattro cittadini rumeni: Ragalia Dumitri e Octavian Nederu du 30 anni, e Sandel Ciuca e George Danica di 37 anni.
per loro le accuse sono di tentata estorsione, sequestro di persone e violenza sessuale di gruppo. Vittima della violenza una donna di 41 anni e il marito di 39 anch'essi rumeni. La vicenda è avvenuta a Borgo Segezia nella tendopoli che si trova nei pressi della parrocchia della Madonna di Fatima, il cui parroco don Ivone da tempo si prodiga per aiutare i tanti extracomunitari che vivono in condizioni igienico sanitarie disastrose. Sabato sera i quattro uomini si sono avvicinati alla tenda dove dormiva la coppia. Forse anche perchè sotto l'ebbrezza dell'alcool, uno dei quattro ha prima chiesto una sigaretta e poi 100 euro, altrimenti - ha detto - avrebbe abusato della moglie.

Quando il marito gli ha detto che non aveva soldi tre hanno immobilizzato il coniuge, picchiandolo con calci e pugni, mentre l'altro è entrato nella tenda e ha abusato della donna. Il marito dopo un po' è riuscito a divincolarsi e a chiedere aiuto al sacerdote che ha telefonato al «112». La donna ha tentato invano di evitare la violenza, impugnando anche una forbice, e dopo un quarto d'ora ha morso violentemente ad una mano il violentatore, ed è riuscita a raggiungere anche lei la parrocchia. Con l'aiuto di don Ivone i carabinieri si sono messi all'opera per individuare i quattro, trovati ed arrestati dopo qualche ora nella stessa tendopoli.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione