Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 22:49

Regione Puglia - In carcere funzionario

L’accusa è di falso e truffa aggravata ai danni dello Stato in relazione a indebiti finanziamenti, per 22 milioni di euro, ottenuti con la legge 488
• Truffa «488», Acquistapace prosciolto dalle accuse
LECCE - Un funzionario della Regione Puglia e un dirigente del ministero delle attività produttive sono stati arrestati dalla guardia di finanza con l’accusa di falso e truffa aggravata ai danni dello Stato in relazione a indebiti finanziamenti, per complessivi 22 milioni di euro, ottenuti con la legge n.488/92.
Ai due - rispettivamente l’ing.Francesco Sciannameo, dipendente dell’assessorato regionale allo sviluppo economico, e l’ing.Marco Borrelli, della direzione generale del ministero - sono state notificate ordinanze di custodia cautelare firmate dal gip del Tribunale di Lecce Ercole Aprile su richiesta del pm inquirente, Imerio Tramis. Gli arresti sono stati compiuti a Bari e Lecce.
L’indagine ha riguardato finanziamenti per circa 22 milioni di euro delle società Gestar srl, Jupiter srl e Alloy Bricks srl operanti a Nociglia (Lecce).

Sciannameo e Borrelli hanno fatto parte della commissione di collaudo regionale incaricata di procedere all’accertamento di spesa sul progetto presentato dalla Gestar. Sono accusati di aver contribuito alla creazione di una falsa rappresentazione di quella che in effetti era la realtà dell’investimento, inducendo in inganno il ministero, che sulla base della relazione tecnica ha disposto la concessione in via definitiva del contributo agevolato. Le omissioni si riferirebbero alla mancanza di certificazione di agibilità, sicurezza e funzionalità dell’impianto, nonchè dei documenti necessari al fine di dimostrare l’avvenuta realizzazione dell’investimento, che avrebbero dovuto visionare ed eventualmente acquisire e che secondo gli investigatori non furono neppure esibiti, nè richiesti al momento del sopralluogo e del collaudo. Nel luglio dello scorso anno furoro indagati l’ amministratore di fatto delle società percettrici dei contributi agevolati, Renato Padovani, due commercialisti, Fernando Lazzari e Giovanni Troso, due tecnici, Antonio Scarmiglia e Marco Ippazio Turco, l’amministratore unico della società britannica Capeload ltd, fornitrice di beni e servizi oggetto di agevolazione, Marco Acquistapace.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione