Cerca

Martedì 23 Gennaio 2018 | 12:57

Giorni di sviluppo, doppiata la boa

Il progetto Equal che coinvolge i Comuni di Giovinazzo, Rutigliano, Molfetta, Torre S. Susanna, Campi Salentina e la Provincia di Lecce è arrivato a metà del percorso. Venerdì 10 marzo la possibilità di fare il punto sui lavori
GIOVINAZZO (Ba) - «Die Development-Giorni di sviluppo» è un progetto Equal che mira a facilitare la promozione delle competenze professionali presenti nella pubblica amministrazione pugliese. Cominciato nel 2005 si concluderà nel 2008, portando cambiamenti basati sia su metodologie innovative di certificazione delle competenze che di aggiornamento continuo delle conoscenze, attraverso la lifelong learning, nonché una formazione che mira alla specializzazione sulle tematiche dello sviluppo del territorio e alla conoscenza delle strategie di sviluppo. In particolare, l'intervento del progetto interesserà i Comuni di: Giovinazzo, Rutigliano, Molfetta, Torre S. Susanna, Campi Salentina e la Provincia di Lecce.

La prima fase di ricerca, in via di conclusione, ha evidenziato l'esigenza per la pubblica amministrazione pugliese di sostenere una figura professionale che si occupi di programmi strategici e piani economici di sviluppo locale in funzione soprattutto della programmazione futura (2007-2013) che vede centrali per il nostro territorio, le competenze necessarie per i rapporti con le aree Euro-Mediterranee. Ed è proprio per questa futura finalità che la seconda fase di questo progetto (che sta appena iniziando) prevede: un master per 14 dipendenti della Pa (per aggiornare e potenziare le competenze esistenti nell'ambito dello sviluppo locale); seminari di approfondimento sullo sviluppo locale in materia di sanità e servizi sociali; trasporti e vie di comunicazione; agricoltura; istruzione; economie nel bacino del Mediterraneo e ambiente. Inoltre, verrà realizzata una rete permanente tra i responsabili dello sviluppo locale (pubbliche amministrazioni, Servizi per l`impiego, imprese, parti sociali, terzo settore) nonché, è prevista la creazione di un sito internet e di un forum permanente sulla lifelong learning come pure di una newsletters che servirà quale scambio d'informazioni (leggi, iniziative, interventi, articoli d'approfondimento ecc..) tra i vari attori dello sviluppo locale e dell'area del Mediterraneo.

Il progetto Die Development vede coinvolti anche partner transnazionali: i Paesi Bassi, la Francia e la Slovacchia. Di fatto, ogni Paese col proprio differente progetto, lavorerà in sinergia con tutti gli altri sulle metodologie e le problematiche di base che consistono nel migliorare le possibilità d'occupazione, d'esercizio di lavoro autonomo, di mantenimento dell'impiego e di reintegrazione di potenzialità professionali nel mercato del lavoro.

Si svolgerà a Giovinazzo, il 10 marzo alle 9.30, il seminario di presentazione del progetto «Giorni di Sviluppo-Die Development - All'orizzonte del 2010 un network permanente tra gli attori dello sviluppo locale per un futuro sostenibile del bacino del Mediterraneo».
All'incontro, che si terrà nella Sala S. Felice (in P.zza S. Felice), interverranno Antonio Natalicchio, sindaco di Giovinazzo, Mauro Abate, presidente dell'Irsem, Stefano De Rubertis, Dipartimento di Scienze Economiche e matematico-statistiche, Università di Lecce, Silvia Nascetti, Chief Executive Manager D.Anthea, Mario Pendinelli, assessore al Lavoro Provincia di Lecce, Giacomo Ruggeri, presidente regionale Confcooperative, Onofrio Sisto, assessore al Lavoro Provincia di Bari, Gaetano Veneto, ordinario Diritto del Lavoro dell'Università di Bari. Nel ruolo di moderatore: Marisa Valleri, ordinario di Economia all'Università di Bari.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400