Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 19:12

Sogni d'impresa per un futuro da sogno

Presentata la seconda edizione del concorso per ragazzi di scuole superiori «Un sogno d'impresa». A chi saprà descrivere il più bel sogno d'impresa il Club delle imprese per la cultura di Confindustria Bari offrirà un viaggio premio negli Stati Uniti del valore di 5mila euro
BARI - «Pensiamo che il futuro sia la parte più importante del presente e che per capire il futuro dobbiamo rivolgerci ai giovani ed i loro sogni», Giancarlo Di Paola nella veste di coordinatore del Club delle imprese per la cultura di Confindustria Bari, spiega così il perchè della seconda edizione del concorso per ragazzi di scuole superiori «Un sogno d'impresa». Non un semplice concorso, quindi, ma la possibilità per i più giovani di misurarsi con sogni da realizzare ancora chiusi in un cassetto.
«Come imprenditori di un territorio sentiamo la responsabilità di stabilire un collegamento durevole tra la scuola e l'impresa, attraverso una iniziativa tangibile. - ha evidenziato con forza Di Paola - La prima edizione lo scorso anno è stato un po' un progetto pilota che pure ha avuto un bel riscontro, 17 gli istituti della provincia che hanno partecipato con 35 progetti, quest'anno ci aspettiamo di più. Ragazzi intasate le nostre email».
«Al momento 40 scuole in provincia di Bari stanno sperimentando l'alternanza scuola-lavoro - ha sottolineato Giuseppe Fiori, direttore dell'Ufficio scolastico regionale di Puglia - non solo in istituti professionali o tecnici, ma anche in licei, con progetti che permettono agli studenti di capire da vicino cosa significa lavoro, un concorso come questo permette di consolidare questo rapporto».

Il concorso «Un sogno d'impresa» è rivolto a tutti gli studenti di scuola secondaria superiore della provincia di Bari, che affronteranno la maturità nel 2006. A chi saprà descrivere il più bel sogno d'impresa il Club offrirà un viaggio premio negli Stati Uniti del valore di 5mila euro. Il regolamento è consultabile sul sito www.confindustria.bari.it e i testi elaborati dovranno essere presentati esclusivamente email dal 10 marzo al 10 aprile all'indirizzo unsognodimpresa@confindustria.bari.it. Oltre al vincitore saranno premiati anche altri 4 elaborati che avranno premi offerti dalle aziende del Club.

Nell'edizione 2005 il vincitore è stato Daniele Morgese di Terlizzi, attualmente studente universitario presso la facoltà di Lettere di Bari autore del progetto Wonderland, un parco tematico per viaggiare indietro nel tempo a metà tra viaggio culturale e gioco. Grazie alla sua vittoria ha potuto viaggiare per 10 giorni tra New York e dintorni.
Un premio speciale è andato a Norma Nassi di Modugno autrice del progetto Chimera, una breve dissertazione sul valore del sogno come motore della vita.
Gli altri vincitori ex aequo sono stati: Antonella Colucci di Adelfia, autrice di un progetto per un centro logopedico; Davide Ortona di Casamassima che ha sognato un centro ludico-ricreativo per l'infanzia dal nome L'isola che non c'è; Emanuella Sgarra di Barletta, autrice del Libro pub; Pietro Simone di Castellana Grotte con la sua industria automobilistica Pio Motors.

Dall'esperienza della prima edizione è stato realizzato un cortometraggio dal titolo «Benedetti ragazzi», realizzato con la regia di Corrado Veneziano, che ha messo in scena i progetti degli studenti intrecciandoli nella storia di un breve flirt tra due protagonisti immaginari, tutti protesi a cercare di dare un senso alla propria vita.
«Il corto ci servirà come materiale illustrativo da portare nelle scuole - ha spiegato Di Paola - perchè da domani i rappresentanti del Club delle imprese per la cultura sarà nelle scuole per promuovere il concorso».
«E con il nostro impegno speriemo di poter dimostrare ai più giovani che nel futuro c'è anche altro ripetto a sognare un lavoro alle Poste o in Ikea» ha concluso Claudia delle Foglie della Tersan, tra le aziende associate al progetto.

Rita Schena

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione