Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 23:57

Puglia - «Intimidazioni malavitose a giornalisti»

Lo denuncia il Consiglio Direttivo dell'Associazione della Stampa regionale che solleciterà nei prossimi giorni incontri con i questori di Bari, Brindisi e Lecce
BARI - Il Consiglio Direttivo dell'Associazione della Stampa di Puglia denuncia il pericoloso incalzare delle intimidazioni malavitose nei confronti dei giornalisti. Dopo gli episodi di Barletta (un proiettile recapitato ad un collega della «Gazzetta del Mezzogiorno»), l'incendio di due auto di un altro collega a Bari e l'attentato contro un ripetitore di Telenorba nel Brindisino si è registrato un nuovo episodio a Casarano (Lecce) ai danni di un periodico locale: «Il Tacco d'Italia». Ignoti, dopo aver tagliato le gomme all'auto di un collega hanno prima fatto telefonate minacciose e poi tentato un'irruzione all'interno della Redazione. Il Consiglio direttivo dell'Assostampa di Puglia ritiene gravissimi questi episodi e, nel mentre invita le istituzioni interessate a tenere alta la guardia, ribadisce la convinta determinazione dei giornalisti pugliesi a proseguire nel loro tradizionale impegno professionale. Nessuna intimidazione malavitosa potrà tappare la bocca ai nostri colleghi che continueranno a raccontare le loro verità a lettori e ascoltatori, certi di compiere fino in fondo il loro dovere professionale. L'ufficio di presidenza dell'Assostampa solleciterà nei prossimi giorni incontri con i Questori di Bari, Brindisi e Lecce.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione