Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 13:01

Vendola a Pisanu: rimandiamo l'apertura di Cpt a dopo le elezioni

E' l'appello che il presidente della Regione Puglia ha rivolto al ministro dell'Interno, Giuseppe Pisanu, riferendosi all'apertura del nuovo Centro di permanenza temporanea di Bari, prevista per dopodomani
BARI - «Signor ministro, facciamo una tregua elettorale, come ha chiesto il sindaco di Bari, e lasciamo per il momento sospese le questioni che riguardano l'accoglienza dei migranti dentro il recinto blindato dei cpt. Ne discuteremo all'indomani delle elezioni. E' proprio un atto di responsabilità». E' l'appello che il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, ha rivolto al ministro dell' Interno, Giuseppe Pisanu, perchè si sospenda l'apertura del nuovo Centro di permanenza temporanea realizzato nel capoluogo pugliese: l'apertura del Cpt è prevista per dopodomani, secondo voci apprese in ambienti delle Misericordie, che dovrebbero gestire il centro.
Vendola ne ha parlato durante i lavori del convegno internazionale tenuto oggi a Bari per discutere della questione delle rimesse in patria degli immigrati albanesi. «Abbiamo deciso di affrontare la questione dei soldi, un punto concretissimo - ha affermato Vendola - per dire: non siamo anime belle. Lo dico oggi, nel giorno in cui vorrei mandare questo messaggio rispettoso al ministro degli interni».
«Tra l'altro - ha proseguito Vendola - abbiamo visto queste fotografie e sentito i racconti di alcuni parlamentari che dicono che questa nuova costruzione un po' paurosa, un po' da incubo, che è il Cpt di Bari, è precaria. Ci piove dentro mentre ancora non è abitata da nessuno, è piena di crepe: si tratterebbe di una scelta troppo affrettata». «Ma non lo diciamo - ha concluso al riguardo - perchè abbiamo un velleitario e vago umanitarismo, ma perchè ci sentiamo corresponsabili con voi, con tutti, nella lotta contro i fenomeni illegali e contro la clandestinità. E un modo per affrontarla di petto è quello di poter cogliere tutti gli elementi che rendono conveniente la fuoriuscita dalla clandestinità. E i soldi sono un punto decisivo».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione