Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 04:51

Anabolizzanti: tarantino ai «domiciliari»

Operazione dei Nas Napoli in tutta Italia. Le indagini: scoperta rete che procacciava i farmaci (anche importandoli clandestinamente) e li rivendeva
NAPOLI - Sei persone sono finite in carcere (cinque napoletani e un salernitano), mentre altre 11 hanno ottenuto il beneficio dei domiciliari. Di queste ultime 4 sono di Napoli, una di Taranto, una di Montalto delle Marche (AP), due di Modena, una di Terracina (Lt), una di Terni ed una di Polistena (RC). Le indagini hanno portato alla luce una rete assai ramificata di soggetti interagenti tra loro che procacciavano i farmaci da destinare agli utilizzatori finali mediante importazioni clandestine dall'estero (Spagna, Grecia, Portogallo e Olanda) di sostanze non commercializzate nel nostro territorio o la falsificazione di ricette mediche per l'acquisto presso farmacie partenopee di centinaia di confezioni di farmaci ad alto costo, per lo più destinate alla cura del nanismo ipofisario, con ingente danno al Servizio sanitario nazionale.
E' stata anche accertata, riferisce la Procura, «la connivenza della responsabile di una farmacia napoletana che, ben cosciente della falsità delle ricette ottenute da soggetti dell'organizzazione malavitosa, garantiva una costante fornitura mensile di farmaci a base di ormone somatotropo, meglio conosciuto come Gh». Tali medicinali venivano poi smerciati nelle province di Napoli, Salerno, Modena, Reggio Emilia, Ravenna, Ascoli Piceno, Reggio Calabria, Taranto, Venezia, Latina, Vicenza, Caltanissetta e Catania per essere utilizzati dagli atleti nella fase di preparazione pre-competizione, in quanto producono l'aumento delle masse muscolari e delle prestazioni fisiche. I farmaci utilizzati sono indicati, in genere, per la cura del nanismo ipofisario e di forme tumorali (ma tra essi figurano anche il cialis e il viagra) e una loro somministrazione prolungata causa gravi danni al fegato ed in alcuni casi ipotrofia testicolare con alterazione della spermatogenesi e conseguente compromissione della fertilità e della virilità. Le 15 mila fiale e compresse sequestrate hanno un valore di circa 300 mila euro e la loro collocazione sul mercato clandestino avrebbe fruttato all'organizzazione una cifra di gran lunga superiore. Nel corso dell'operazione i carabinieri del Nas di Napoli hanno anche sequestrato 300 prescrizioni di medicinali.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione