Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 00:39

Cambio al vertice per Capitaneria di Bari

All'ammiraglio Ciulli si succede il Capitano di Vascello Izzo al comando della direzione marittima pugliese • Comincia potenziamento mezzi delle Capitanerie
BARI - «Ottocento chilometri di litorale e acque fino alle coste dalmate e albanesi da controllare con uomini e donne spesso protagonisti di azioni di polizia e di attività di salvaguardia delle navi, di tutela della vita in mare e dell' ambiente»: è l'attività svolta dagli uomini della Capitaneria di Porto di Bari, ricordata oggi dall'Ammiraglio Ispettore Giuseppe Ciulli che, dopo tre anni al vertice della Direzione Marittima e della Capitaneria di Porto di Bari, ha ceduto stamani il comando al Capitano di Vascello Agostino Izzo. La cerimonia si è svolta alla presenza di autorità civili, religiose, e militari. E' stata presieduta dell' Ammiraglio Ispettore Capo Luciano Dassatti comandante generale del Corpo delle Capitanerie di Porto.

Ciulli, di 63 anni, ha lasciato l'incarico e il servizio attivo dopo 41 anni di servizio nelle Capitanerie di Porto. Izzo ha 59 anni ed è stato, tra l' altro, Capo del Reparto Ambientale Marino presso il ministero Ambiente e della Tutela del Territorio. La Direzione marittima di Bari comprende la Regione Puglia e la costa della provincia di Matera, con un'estensione costiera complessiva di 1005 km. Nell'ambito della Direzione Marittima sono presenti 6 Compartimenti Marittimi (Bari, Brindisi, Taranto, Molfetta, Manfredonia e Gallipoli), quattro uffici circondariali marittimi (Barletta, Vieste, Monopoli e Otranto), 13 Uffici locali marittimi, sette delegazioni di spiaggia e due sezioni staccate.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione