Cerca

Sabato 23 Settembre 2017 | 18:41

Omicidio a Canosa: altri arresti

Ritenuti coinvolti nell'assassinio di Sabino Caporale. Per la vicenda i carabinieri avevano già arrestato la moglie della vittima, Nicolina Ceres, considerata mandante
CANOSA DI PUGLIA (BARI) - Altre due persone sono state arrestate a Canosa di Puglia nell'ambito delle indagini sull'omicidio dell'agricoltore Sabino Caporale, ucciso a colpi di fucile il 18 dicembre 2005 nel suo podere. Per la vicenda i carabinieri avevano già arrestato la moglie della vittima, Nicolina Ceres, ritenuta mandante dell'omicidio, il presunto esecutore materiale, Domenico Desantis, e una donna romena che avrebbe collaborato alla pianificazione, Daniela Sprincu.
I due nuovi arrestati, ritenuti coinvolti nell'omicidio, sono Giovanni Sansonna, di 35 anni, e Giovanni Albore, di 23, entrambi di Canosa.
Secondo l'accusa, il movente dell'uccisione sarebbe maturato in ambito familiare per le continue e gravi vessazioni fisiche e morali cui la moglie di Caporale veniva sottoposta dal marito. La donna, esasperata, per eliminare l'uomo avrebbe versato al killer un prezzo di 3.500 euro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione