Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 22:08

Agguato a Grottaglie

Due, con indosso una maschera, hanno preso a fucilate un pregiudicato agli arresti domiciliari. Giuseppe Russo, colpito al basso ventre, non è in pericolo di vita
TARANTO - Agguato questo pomeriggio, intorno alle 18,40, nel centro storico di Grottaglie, in provincia di Taranto. Un uomo di 51 anni, Giuseppe Russo, pregiudicato agli arresti domiciliari, è stato ferito da due colpi di fucile da due sconosciuti giunti sul posto con il volto coperto. L'uomo è stato ricoverato in prognosi riservata all'Ospedale di Grottaglie ma potrebbe essere trasferito. L'agguato è avvenuto davanti a un laboratorio in via San Francesco De Geronimo. Sull'episodio indaga il Commissariato di Grottaglie.
L'uomo, secondo quanto riferito dalla Squadra Mobile di Taranto, era ai domiciliari ma aveva il permesso di lavorare in un laboratorio per il restauro dei mobili. Si tratterebbe di un elemento di grosso spessore della criminalità, con diversi e pesanti precedenti penali. Gli sconosciuti hanno esploso due colpi di fucile da caccia, probabilmente a canne mozze, in direzione del basso ventre.
L'uomo è stato ricoverato all'Ospedale "Ss. Annunziata" di Taranto al Reparto di Urologia in attesa di un intervento chirurgico per l'estrazione dei pallini. Russo non è in pericolo di vita. Stando ad alcune testimonianze, i killer avevano maschere da carnevale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione