Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 08:49

Al via l'euroregione appulo-mediterranea

La Regione Puglia lancia la proposta di una «Comunità del Levante» con Albania, Montenegro e Macedonia per la concertazione delle politiche di sviluppo locale
BARI - La Regione Puglia lancia la proposta di costituire una «Comunità del Levante», una euroregione che coinvolga Albania, Montenegro e Macedonia e che divenga «luogo di concertazione delle politiche di sviluppo locale e di integrazione regionale nella prospettiva di una possibile integrazione da sud nella Unione Europea». L'iniziativa è dell'assessore al Mediterraneo della Regione Puglia, Silvia Godelli, che ha inviato per il prossimo 24 febbraio a Bari intellettuali e politici dai Paesi del sud dei Balcani, per tracciare un bilancio delle relazioni transadriatiche e lanciare la proposta.
Al Forum parteciperanno, tra gli altri, il ministro degli Esteri del Montenegro, Miodrag Vlahovic, l'ex ministro della Economia albanese Ermelinda Meksi, il ministro consigliere macedone Marija Efremova e, per la parte pugliese, il presidente della Regione, Nichi Vendola, l'assessore Silvia Godelli, i docenti baresi Franco Botta, Michele Capriati, Gianfranco Viesti, Salvatore Distaso.
Il Forum - si spiega in una nota - vuole essere l'occasione per un dibattito aperto a sostegno della cooperazione tra i paesi e le regioni del Basso Adriatico, un luogo «autorevole» per le strategie di sviluppo e di cooperazione transadriatiche e per la definizione di una «visione strategica in grado di orientare le scelte e gli interventi dei soggetti istituzionali delle aree coinvolte».
I tre paesi balcanici coinvolti al momento, Albania, Macedonia, Montenegro, sono quelli che rischiano una nuova marginalizzazione politica ed economica se il processo di integrazione in Europa si sviluppasse esclusivamente lungo direttrici centro-europee. Per questo - secondo quanto è detto in una nota dell'assessorato - «il Progetto di Corridoio 8 va recuperato nel suo pieno significato di progetto di integrazione regionale e transadriatica, nella prospettiva di una piena integrazione europea: un progetto che non riguarda solo le infrastrutture stradali e ferroviarie, ma soprattutto la promozione della libera circolazione e della integrazione delle popolazioni, delle culture, delle fedi, determinante quindi per la stabilità della pace e della democrazia quali premesse ineludibili dello sviluppo economico».
In occasione del Forum, Vlahovic, accompagnato dal viceministro dei Trasporti e dai dirigenti della Montenegro Airlines, incontreranno Vendola, Godelli e l'assessore regionale pugliesi ai trasporti, Mario Loizzo, per discutere dell'ipotesi di attivazione di una rete di collegamenti tra Bari e le principali capitali del sud dei Balcani ad opera della Montenegro Airlines e con il sostegno del governo del Montenegro e della Regione Puglia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione