Cerca

Mercoledì 24 Gennaio 2018 | 03:03

Foggia - Studenti rapinatori

Individuata babygang accusata di aggressioni a coetanei, dai quali si facevano consegnare cellulari e denaro. A Trinitapoli giovanissimi rubavano nella scuola
FOGGIA - Tre studenti minorenni sono stati denunciati dalla polizia con l'accusa di ripetute aggressioni a coetanei dai quali si facevano consegnare telefoni cellulari e denaro. Gli agenti della squadra mobile della questura li hanno identificati perchè dopo le rapine fuggivano a bordo di un ciclomotore, che è stato riconosciuto da alcune delle vittime. I malfattori, a quanto si è appreso, avrebbero anche ammesso le responsabilità nello scippo di una borsa a una donna, con bottino 20 euro. Non sussistendo il pericolo di fuga, i tre sono stati denunciati con l'accusa di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di numerose rapine.

Si davano appuntamento davanti ad una chiesa di Foggia e poi a bordo di uno scooter rapinavano loro coetanei. Lo hanno scoperto gli agenti della Squadra Mobile della Questura di Foggia che hanno denunciato tre ragazzi, due di 15 anni e uno di 16. Per loro le accuse sono di associazione a delinquere finalizzata alla rapina. Almeno sette gli episodi accertati dagli agenti di polizia tra il 3 e l'8febbraio scorso anche se gli stessi investigatori non escludono che ci possano essere stati altri casi non denunciati. I ragazzini, di famiglie normali e senza problemi, accerchiavano le vittime rubando soldi, telefoni cellulari e a volte anche giacconi. Dal racconto delle vittime è emerso anche che i rapinatori chiedevano informazioni su quale scuola frequentassero, forse per non essere identificati. Lo scooter «Scarabeo» bianco utilizzato per la fuga, scoperto nel giardino di una scuola del capoluogo dauno, ha permesso di individuare il proprietario, un ragazzo che frequentava il secondo anno di un istituto tecnico superiore, e che ha confessato tutto aggiungendo, alla lista dei reati, anche uno scippo messo a segno ai danni di un'anziana signora. Le indagini degli uomini di Antonio Caricato, il dirigente della Squadra Mobile, non sono ancora concluse e non si esclude che altri minorenni facessero parte del gruppo.

MINORENNI RUBANO ATTREZZI GINNICI IN SCUOLA A TRINITAPOLI
Cinque giovanissimi, uno di 15 anni e gli altri di 14, hanno rubato alcuni attrezzi ginnici nella scuola media del paese, nella quale sono entrati dopo aver scardinato la porta d'ingresso dell' istituto scolastico.
Nel corso delle indagini, i carabinieri sono riusciti ad individuare i responsabili del furto e a restituire gli attrezzi rubati alla direttrice dell'istituto scolastico. Il ragazzo di 15 anni è stato denunciato con l'accusa di furto in concorso, per i quattordicenni è scattata la segnalazione presso il Tribunale per i minorenni di Bari.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400