Cerca

Martedì 19 Settembre 2017 | 15:43

In Puglia è psicosi aviaria

Sono aumentate moltissimo le telefonate al numero verde dell'unità di crisi regionale. La professoressa Cinzia Germinario, dell'osservatorio epidemiologico regionale, riferisce un episodio curioso, che dà il polso della situazione: «Un contadino che aveva nel suo orto delle galline, preso dal panico, voleva liberarsene e portarle tutte alla Asl»
BARI - In Puglia è psicosi aviaria, dopo la scoperta dei due cigni morti a causa del virus dei polli. Sono aumentate moltissimo le telefonate al numero verde dell'unità di crisi regionale.
La professoressa Cinzia Germinario, dell'osservatorio epidemiologico regionale, riferisce un episodio curioso, che dà il polso della situazione: «Un contadino che aveva nel suo orto delle galline, preso dal panico, voleva liberarsene e portarle tutte alla Asl. Noi gli abbiamo consigliato di tenersele e di avere qualche maggiore accortezza custodendole al riparo».
La collaborazione dei cittadini è comunque importante, secondo lo staff dell'Unità di crisi, e in queste ore ce n'è stata molta, dopo l'accertamento che il contagio sugli uccelli migratori è arrivato anche in Puglia. La professoressa Germinario mette però in guardia dall'allarmismo: «Niente panico, la situazione è sotto controllo».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione