Cerca

Sabato 20 Gennaio 2018 | 12:04

Brindisi - Accordo Puglia-Finmeccanica

L'iniziativa per azioni a sostegno della formazione professionale, delle tecnologie, logistica e dei trasporti, del sostegno alle piccole e medie imprese e per l'ambiente
BRINDISI - Consolidare i livelli occupazionali e produttivi di Finmeccanica in Puglia, favorendo lo sviluppo di nuove iniziative, i cui benefici si ripercuoteranno inevitabilmente sull'indotto delle piccole e medie imprese. E' lo scopo dell'accordo-quadro sottoscritto a Brindisi, su iniziativa dell'amministrazione provinciale, tra Regione Puglia e Finmeccanica, alla presenza, del governatore della Puglia, Nichi Vendola, e del direttore di Finmeccanica, Giorgio Zappa.
Così come è già avvenuto in altre regioni, l'iniziativa tende ad avviare azioni comuni, funzionali all'attrazione e all'impiego di risorse pubbliche e private nei comparti della formazione, delle tecnologie dell'informazione e delle comunicazioni, della sicurezza, della logistica, dei trasporti, del sostegno alle piccole e medie imprese e del monitoraggio ambientale. Entro quattro mesi un comitato operativo composto da tecnici di Regione Puglia e Finmeccanica elaborerà un programma di interventi sulle azioni da promuovere.

«Per Finmeccanica - ha detto Zappa - questo è un accordo di grande rilevanza. Siamo una realtà da tempo presente in Puglia con migliaia di addetti e queste nuove iniziative, partendo dal nuovo stabilimento di Grottaglie per giungere ai settori dell'elettronica, dei sistemi e dell'Ict (Information and communication technology), comporterà ovviamente un rafforzamento della nostra presenza in settori qualitativi e che avranno prospettive di lungo termine. Quanto a Grottaglie, in particolare, sottolineo che si tratta di uno stabilimento simbolo, perchè fa riferimento ad un nuovo programma che sta già ottenendo un grande successo, se è vero che 400 aerei sono già stati venduti. Ed i benefici li avvertiranno anche tutte le altre aziende aerospaziali presenti in Puglia».

«Oggi dimostriamo - ha sottolineato Vendola - che se si esce dalla logica della lamentazione, di chi si sente periferia abbandonata, e si persegue l'ambizione di progettare un'idea dello sviluppo che guardi alle cose fondamentali dei macroterritori, si va in direzione della costruzione di una grande Puglia. In questa ottica, merita considerazione quello che qui si sta facendo per costruire un 'grande Salentò. Dobbiamo concentrare le risorse su quei progetti che possono effettivamente produrre più formazione, più innovazione e più forza dell'apparato produttivo». Vendola ha poi garantito estrema velocità dei processi burocratici.
«Finmeccanica è qui - ha aggiunto - per creare in Puglia uno dei grandi poli europei dell'aerospazio, così come di altri settori importanti, che vanno dalle telecomunicazioni al monitoraggio ambientale. E sta facendo tutto questo perchè a Grottaglie abbiamo già dimostrato di saper rompere la barriera del burocratismo che a volte caccia via gli imprenditori che vogliono investire nel nostro territorio. Questo accordo quadro, inoltre, ci pone all'avanguardia di una pratica dello sviluppo fondata sull'innovazione e sulla formazione. E' così che potremo costruire tutti insieme una barriera contro la terribile deriva del declino».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400