Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 04:18

Tentarono omicidio per casa popolare

I carabinieri di Foggia hanno notificato oggi due ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di Giuseppe Pacilli e di Nicola Fiore
MANFREDONIA (FOGGIA) - Avrebbero, insieme con altri, tentato di uccidere un uomo per indurlo a lasciare un appartamento dell'Istituto autonomo case popolari (Iacp) che uno di loro voleva per sè e la propria compagna: con questa accusa i carabinieri di Foggia hanno notificato oggi due ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di Giuseppe Pacilli, di 33 anni, e di Nicola Fiore, di 42, tutti e due di Manfredonia e già detenuti, uno nel carcere di Bari e l'altro in quello di Foggia.
I provvedimenti sono stati emessi nell'ambito dell'operazione 'Domus', che nell'ottobre scorso portò in carcere sette persone accusate, a vario titolo, di tentativo di omicidio, porto e detenzione illegale di arma da fuoco e tentativo di estorsione.
Secondo gli inquirenti, gli accusati avrebbero cercato di uccidere Giovanni Potenza, un 35enne di Manfredonia; in particolare Pacilli avrebbe minacciato di morte l'uomo se non avesse abbandonato l'alloggio, che avrebbe voluto occupare abusivamente insieme con la sua compagna. Non avendo ceduto alle minacce, il 13 marzo del 2003 Potenza fu vittima di un tentativo di omicidio al quale riuscì a sfuggire.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione