Cerca

Martedì 19 Settembre 2017 | 17:28

Petruzzelli, tempesta tra Regione e Governo

Il governatore Nichi Vendola ha chiesto al ministro Rocco Buttiglione, la nomina di un commissario unico per la ricostruzione del teatro. Secca la risposta: «No»
BARI - Una «formale richiesta» al governo, «e per esso al ministro Buttiglione», di «concordare la possibilità di nominare un commissario unico per la ricostruzione del teatro Petruzzelli», viene avanzata dal presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola.
In una nota l'esponente del Prc auspica, pertanto, che l'esecutivo predisponga «tutti gli atti necessari, a partire dalla messa a punto di un progetto definitivo, completo e adeguato» e «fino a che sarà ancora in carica, di adoperarsi acchè sia posta fine al manovrismo ormai intollerabile di quella parte politica che sta facendo in mille modi della vicenda del Petruzzelli terreno di scorrerie politiche e di irresponsabile aggressione preelettorale alle istituzioni del territorio».
«Non possiamo permettere - scrive Vendola - che il teatro Petruzzelli sia bruciato una seconda volta. Prendo la parola nella mia qualità di presidente della Regione Puglia, ma anche in continuità con il mio incessante impegno, sin dalla data dell'incendio, perchè trionfassero verità e giustizia». «Sul rogo doloso di ormai 15 anni fa - spiega - non è stata mai fatta luce; e oggi, per opera di una precisa parte politica, il partito di Alleanza nazionale, da Roma a Bari si congiungono le manovre per far sì che il teatro non venga ricostruito con le caratteristiche di qualità e di efficienza che sono indispensabili a garantirne il futuro, mentre si moltiplicano i tentativi di lasciare in piedi la rete di interessi poco chiari che si sono addensati attorno alla vicenda della ricostruzione e degli stessi assetti proprietari del teatro, e si strozzano i finanziamenti destinati sia alle opere di rifacimento che alla attività artistica».
Vendola ricorda che «la relazione tecnica depositata dagli esperti concordemente nominati dal Consiglio di amministrazione della Fondazione lirico-sinfonica conferma quanto già in premessa appariva del tutto chiaro: il progetto della Sovrintendenza è profondamente inadeguato, per la parte acustica, per la tecnologia di palcoscenico, per la fossa dell'orchestra, e anche per la impostazione relativa agli aspetti di ripristino degli interni più collegati all'acustica». «Un teatro siffatto - accusa - non solo non potrebbe consentire produzioni artistiche di grande richiamo e valore, dal repertorio verdiano a quello wagneriano a quello di avanguardia, ma si condannerebbe da solo alla marginalità e al fallimento finanziario».
«Noi non accettiamo - prosegue il governatore - nè gli atteggiamenti provocatori ed elusivi fin qui adottati sulla vicenda, nè la prospettiva di fare del Petruzzelli un misero teatrino periferico e improduttivo. E dunque, bisogna provvedere ad adottare immediatamente tutte le decisioni che possano permettere sul serio la ricostruzione, e la ricostruzione di un teatro di valore internazionale: le modifiche sostanziali del progetto della Sovrintendenza, una nuova e veritiera verifica dei costi, su cui si è bluffato fin troppo, l' approvvigionamento delle indispensabili risorse finanziarie, la definizione di una tempistica accurata e non avventuristica come quella fino ad oggi difesa dal sottosegretario on.Bono». «Bisognerà altresì rimettere mano - insiste Vendola - a quell'accordo del 2002, sottoscritto allora dal centro destra con un accordo trasversale da Roma a Bari, che assicura ai proprietari la restituzione gratuita del teatro ricostruito con fondi pubblici dopo soli 40 anni».
Vendola ribadisce di aver «già avanzato all'on.Bono, nella riunione romana di fine luglio '05, la proposta della nomina di un commissario unico per la ricostruzione del Petruzzelli».
«Se nello scorso luglio il sottosegretario di Alleanza nazionale fece orecchio da mercante - conclude - oggi, che meglio se ne comprendono le implicite motivazioni, non glielo si potrà più consentire».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione