Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 07:47

Accordo Puglia-Basilicata sul paesaggio rurale

La firma lunedì 6 febbraio a Tricase, nel Salento, a cura dei presidenti di sei "Gruppi di azione locale" pugliesi e lucani. L'obiettivo è la promozione delle culture, delle attrattive turistiche e delle specialità gastronomiche
Lunedì 6 febbraio alle ore 11 a Tricase - nella Sala convegni del Gruppo di azione locale "Capo S. Maria di Leuca", in piazza Pisanelli (Palazzo Gallone) - sarà sottoscritto l'accordo per il progetto "I Comuni e il paesaggio rurale: fattori di sviluppo".
Rientra nell'ambito del Programma di iniziativa comunitaria Leader plus - Piano di sviluppo locale "Parco rurale della Terra dei due mari" - Asse II - Cooperazione interterritoriale,
Il documento sarà firmato dai presidenti dei seguenti Gruppi di Azione locale della Puglia e della Basilicata: l'on. Antonio Lia, presidente Gal "Capo di Santa Maria di Leuca", con sede a Tricase (Lecce); il prof. Antonio Greco, presidente Gal "Terra d'Arneo", con sede a Veglie (Lecce); l'arch. Gaetano Giacomo Mitidieri, presidente Gal "Allba", con sede a Lauria (Potenza); il sig. Leonardo Braico, presidente del Gal "Bradanica", con sede a Miglionico (Matera); il sig. Vincenzo Santagata, presidente del Gal "Cosvel", con sede a Rotondella (Matera); il dott. Marco Delorenzo, presidente del Gal "Le Macine" con sede ad Accettura (Matera).
Le aree dei Gruppi di azione locale - che interessano un totale di 76 Comuni (22 in Puglia e 54 in Basilicata) - presentano notevoli differenze sia per quanto riguarda le caratteristiche geografiche e climatiche, sia per quanto attiene le produzioni tipiche e l'offerta di turismo nei rispettivi territori. Due i motivi che hanno portato i 6 "Gal" a predisporre il progetto: la possibilità di creare flussi durevoli di domanda a livello interterritoriale per le rispettive produzioni e per le offerte di soggiorno e tempo libero; insieme all'opportunità di creare un'offerta aggregata da presentare sui mercati esterni alle due aree.
Attraverso la valorizzazione e promozione dei prodotti tipici, tradizionali e agroalimentari, nonché degli elementi storici, culturali, ambientali che caratterizzano i territori delle aree dei "Gal" interessati nel rispetto delle specificità locali di ciascun partner, individuandoli come elementi che determinano lo sviluppo dei Comuni e delle aree su cui interviene il Programma di iniziativa comunitaria Leader Plus.
Gli obiettivi generali del progetto, proposto dai "Gal" sottoscrittori del partenariato sono: creare flussi durevoli di domanda a livello interterritoriale per le rispettive produzioni e per le offerte di soggiorno e tempo libero, realizzando e alimentando un sistema organizzato e durevole di relazioni e di scambi fra le aree interessate delle due regioni; creare un'offerta aggregata da presentare sui mercati esterni alle due aree, realizzando e promuovendo un'offerta diversificata da proporre sui mercati esterni alle aree interessate.
Nell'ambito del progetto di cooperazione "I Comuni e il paesaggio rurale: fattori di sviluppo", oltre ad andare a consolidare ed ampliare la rete del partenariato del progetto attraverso attività di animazione dirette al coinvolgimento di altri Partner e territori delle due regioni, si valorizzerà le risorse delle aree interessate, proposte in maniera unitaria, attraverso attività orientate al sostegno dei prodotti locali e del turismo, in particolare mediante la realizzazione di gamme di prodotto, in relazione alle caratteristiche dell'offerta e della domanda delle varie aree, predisponendo un piano di comunicazione e un programma di eventi che interesserà tutte le aree partecipanti, con la realizzazione di campagne promozionali a sostegno delle risorse locali e del programma di eventi, predisponendo un programma comune di eventi, visite e incontri, grazie al coinvolgimento diretto delle aziende e degli amministratori locali dei territori interessati ed alla realizzazione del Centro servizi Puglia - Basilicata a sostegno delle iniziative di promozione e commercializzazione, con una struttura organizzativa comune per la prosecuzione delle attività di progetto, anche dopo la sua conclusione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione