Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 17:27

In ripresa l'agricoltura pugliese

Secondo dati di Unioncamere regionale «dopo setta anni di decremento costante, nel 2005 il settore agricolo ha segnato un +0,7% e più 643unità»
BARI - Il settore agricolo pugliese mostra «chiari segnali di ripresa» nel 2005. Lo ha reso noto in un comunicato la Coldiretti della Puglia. Secondo i dati dell'Unioncamere regionale «dopo circa sette anni, dal 1997 al 2004, di decremento costante del numero di imprese iscritte, nel 2005 il solo settore agricolo ha segnato un +0,7% con un aumento di 643unità».
Dai dati emerge che la Puglia si differenzia dal dato nazionale: «se i numeri a livello nazionale indicano un trend positivo in tutti i settori economici eccezion fatta proprio per l'agricoltura che segna un consistente meno 9.182 unità il dato pugliese è diametralmente opposto». L'agricoltura regionale «assicura il 20% delle giornate impiegate nel settore primario orientato maggiormente ai comparti ortofrutticolo, vitivinicolo, olivicolo e con 3,8 miliardi di euro di produzione lorda vendibile - continua la nota - concorre alla ricchezza della regione, in valori assoluti, per l'8,78 %, quasi il doppio rispetto alla media nazionale che si attesta invece sul 4,69%». «Questo insieme di realtà positive - commenta il direttore della Coldiretti Puglia, Giuseppe Brillante - unitamente alla presenza e all'esperienza di un'elevata imprenditorialità agricola con una componente giovanile altamente professionalizzata e qualificata, fanno della Puglia la regione più agricola d'Italia e d'Europa che ha bisogno, oggi più che mai, di una completa e articolata norma regionale di orientamento in agricoltura».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione