Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 22:48

Omicidio Labianca: chiesto l'ergastolo per Pupillo

Il 29enne è accusato di aver ucciso l'ex fidanzata ventenne Maria Pia Labianca, il 24 febbraio del 1999, a Gravina in Puglia (Bari)
BARI - La condanna alla pena dell'ergastolo è stata chiesta dalla pubblica accusa per Giovanni Pupillo, il 29enne accusato di aver ucciso l'ex fidanzata ventenne Maria Pia Labianca, il 24 febbraio del 1999, a Gravina in Puglia (Bari).
Il corpo della giovane fu trovato da un contadino, all'alba del 27 febbraio, in un casolare nelle campagne di Gravina in Puglia: era completamente nudo, aveva le caviglie strette con una sciarpa e le braccia aperte, come se fosse in croce. Sotto il seno sinistro c'era una ferita di arma bianca con la quale il presunto omicida, secondo l' accusa, avrebbe voluto simulare che la ragazza fosse rimasta vittima di un rito satanico.
Pupillo, accusato di omicidio volontario pluriaggravato, occultamento e vilipendio di cadavere, fu fermato il 6 marzo 1999 su disposizione del magistrato inquirente, Gaetano De Bari, che ha chiesto oggi ai giudici della Corte d'assise di Bari la condanna dell'imputato alla massima pena e il riconoscimento delle aggravanti dei motivi abietti e futili.
Inizialmente, a conclusione di un interrogatorio durato 22 ore, Pupillo confessò il delitto ma ritrattò tutto dopo pochi giorni sostenendo da allora la propria innocenza. Il processo a carico del giovane è cominciato il 16 maggio 2000 e si è protratto per 78 udienze scaglionate in quasi sei anni.
Secondo il pm De Bari, il movente del delitto è passionale ed è avvenuto dopo una violenta discussione tra l'imputato e la ragazza, che aspettava da poche settimane un figlio dal suo nuovo fidanzato, «colpevole» solo di aver rifiutato di riallacciare con lui una relazione sentimentale. La famiglia della vittima è costituita parte civile nel processo. Il difensore dell'imputato, Francesco Paolo Sisto, terrà l' arringa a partire dal 16 febbraio prossimo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione