Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 14:16

Deturpata una gravina nel Tarantino

Dissodato e disboscato 1 km della Gravina Mazzaracchio, in agro di Statte. L'area è stata posta sotto sequestro e tre persone sono state denunciate
TARANTO - Gli uomini del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale e Forestale (NIPAF) del Corpo Forestale di Taranto, hanno proceduto al sequestro di oltre un chilometro di bosco, il solco gravinale e le relative sponde della Gravina Mazzaracchio in agro del Comune di Statte (TA), per una superficie complessiva di oltre quarantamila metri quadri. I lavori abusivamente eseguiti, utilizzando pesanti ruspe, hanno profondamente modificato lo stato dei luoghi, danneggiando e deturpando il letto e le sponde di una gravina del nuovo Parco «Terre delle Gravine». Il Nucleo Ivestigativo ha accertato che i lavori sono stati realizzati da una ditta siciliana appaltatrice dei lavori di bonifica e messa in sicurezza dell'ex discarica di rifiuti solidi urbani «Santa Teresa», la quale, al di fuori del perimetro autorizzato ha dissodato e disboscato oltre un chilometro di gravina per prelevare materiale da utilizzare nei lavori appaltati. La gravina di Mazzaracchio, oltre che facente parte integrante del parco delle Gravine, è sottoposta a tutela paesaggistica da normative di carattere nazionale e regionale e parte della stessa è stata danneggiata da incendi negli anni 2000 e 2005; va pertanto ulteriormente tutelata dalla normativa sugli incendi che vieta ogni modificazione dello stato dei luoghi per almeno dieci anni. Per questo scempio sono stati denunciate tre persone tra esecutori materiali e direttori dei lavori.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione