Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 13:49

Ciampi: si deve tornare alla concertazione

Il presidente della Repubblica è a Foggia, nell'ultima visita istituzionale del suo mandato e rimarca come «il dialogo sociale ha diffuso nel paese la consapevolezza di una responsabilità condivisa e fiducia reciproca». Vendola: Ciampi «custode appassionato dello spirito della nostra Costituzione»
FOGGIA - Si deve tornare alla concertazione e al dialogo sociale: strumenti che si sono rivelati preziosi nel percorso di risanamento della finanza pubblica avviato nel 1992. «La concertazione ha diffuso nel paese la consapevolezza di una responsabilità condivisa che genera un clima di fiducia reciproca. Quella cultura deve essere riproposta e valorizzata». Questo il forte richiamo di Carlo Azeglio Ciampi nel discorso agli amministratori di Foggia.
Il Presidente della Repubblica non ha toccato l'argomento dell'equilibrio di accesso dei leader politici alle trasmissioni radiotelevisive.
«Uno sviluppo duraturo e sostenibile richiede un impegno forte e costante condiviso dalle istituzioni centrali e locali per il buon governo», ha aggiunto, «l'Italia, nel percorso di risanamento della finanza pubblica, avviato nel 1992-93, ha dimostrato di essere capace di questo impegno. La concertazione ha diffuso nel paese la consapevolezza di una responsabiltà condivisa, che genera un clima di fiducia reciproca. Questa cultura deve essere riproposta e valorizzata».

VENDOLA: IL PRESIDENTE E' CUSTODE APPASSIONATO DELLA COSTITUZIONE
«Custode appassionato e puntuale della lettera e dello spirito della nostra Costituzione» e il «più ostinato testimone dei valori dell' unità nazionale». Così il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, ha definito il presidente della Repubblica nel suo saluto rivolto a Ciampi nel corso di un incontro nell'aula magna della facoltà di Economia e Commercio a Foggia.
«A nome degli uomini e delle donne della Puglia - ha detto Vendola - le consegno sentimenti di affetto e di stima perchè Lei è stato ed è un simbolo non retorico della lotta contro la dittatura e per la libertà». «La sua presenza tra noi è un segno prezioso di attenzione - ha detto ancora - ci consola e ci stimola a cercare le vie del futuro».
A conclusione del suo intervento, Vendola, ha consegnato a Ciampi un' icona con l'immagine di San Nicola, santo simbolo dello spirito di accoglienza che caratterizza, ha detto, la Puglia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione