Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 04:09

Protesta dei magistrati anche a Bari e Lecce

Clamorosa assenza dalle cerimonie delle toghe dell'Anm (l'Associazione nazionale di categoria) dalle cerimonie di apertura dell'anno - con l'esposizione dei dati del 2005 sull'andamento della giustizia nel distretto - per contestare la riforma dell'ordinamento giudiziario varata dal Governo. Gli allarmi, i dati e le critiche esposti per Bari e Foggia dal presidente De Marco e per Lecce, Brindisi e Taranto dal presidente Pagano
Apertura dell'anno giudiziario di "rottura" e contestazione nelle Corti d'Appello di Bari e di Lecce - come nelle altre Corti d'Italia - dove i magistrati hanno disertato l'appuntamento tradizionale per contestare la riforma dell'ordinamento giudiziario varata dal Governo e approvata dalle Camere.

• A Lecce, il presidente Umberto Pagano attacca con forza: «Le riforme hanno fatto arretrare la cultura giuridica»

• Da Bari il presidente Giacinto de Marco: «La mafia si infiltra negli appalti, anche in Capitanata, e i padri addestrano i figli minori a fare i killer. Mancano i servizi sociali di prevenzione»

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione