Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 01:54

«Per la Puglia bolletta dell'acqua da 21 milioni»

A tanto ammonta il costo della fornitura idrica della Basilicata per il 2005. Il Comitato di coordinamento per la gestione delle risorse idriche ha fissato un prezzo di 7,63 centesimi/mc per il 2006
POTENZA - La Regione Puglia verserà 21 milioni alla Regione Basilicata per le forniture idriche del 2005 e nel 2006 pagherà l' acqua all' ente locale lucano 7,63 centesimi al metro cubo. Lo ha deciso oggi a Potenza il Comitato di coordinamento per la gestione delle risorse idriche tra Regioni Puglia e Basilicata e Ministero delle Infrastrutture.
All' incontro hanno partecipato fra gli altri il presidente della Regione Basilicata, Vito De Filippo e l' assessore alle Opere Pubbliche della Regione Puglia, Onofrio Introna.
Il Comitato ha preso atto che gli effettivi consumi idrici dell' anno 2005 dagli invasi di Monte Cotugno e del Pertusillo ammontano complessivamente a 456 milioni di metri cubi. Gli oneri tariffari per l' anno 2005, che saranno trasferiti dalla Regione Puglia alla Regione Basilicata entro il 30 giugno 2006, ammontano a circa 21 milioni di euro.
Il Comitato ha approvato il programma delle erogazioni dagli invasi di Monte Cotugno e del Pertusillo per l' anno in corso e, sulla base delle valutazioni delle Autorità di Bacino della Basilicata e della Puglia, ha fissato in 0,0763 euro a cubo l' entità della tariffa dell' acqua all' ingrosso per il 2006.
Il Comitato ha deciso, inoltre, di procedere alla Costituzione dell' Autorità di Governo della Risorsa Idrica (come previsto dall' Accordo di Programma) superando la fase di prima applicazione dell' Accordo, affidando ai Segretari delle Autorità di Bacino interessate la predisposizione del regolamento che ne regolerà il funzionamento e l' attività.
Il presidente lucano De Filippo ha sostenuto che «è nostra intenzione rafforzare i contenuti delle intese con la Puglia, dando piena attuazione all' Accordo di Programma, attraverso la prossima costituzione dell' Autorità di Governo, che consentirà di rendere certe e permanenti le azioni e le politiche per favorire lo sviluppo economico e territoriale».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione