Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 06:35

Taranto - Un osservatorio ambientale

La proposta è dell'assessore all'ambiente del Comune, Francesco Delibero per l'attività di bonifica nel Mar Piccolo. Le preoccupazioni dei mitilicoltori
TARANTO - Un «Osservatorio permanente di controllo e vigilanza sul Mar Piccolo» che controlli l'attività di bonifica dello stesso: è quanto propone l'assessore all'ambiente del Comune di Taranto, Francesco Delibero, dopo le polemiche sorte nei giorni scorsi fra ambientalisti e mondo politico sull'opportunità di eseguire dragaggi in Mar Piccolo, così come deciso dalla Regione Puglia che ha già espletato il relativo bando di gara per 26 milioni di euro.
Secondo Delibero, dell'Osservatorio dovrebbero far parte esperti dell'Istituto Talassografico-Cnr di Taranto, dell'Arpa jonica e della Asl Taranto 1, e tecnici della Regione Puglia, della Provincia e del Comune di Taranto. Con lo scopo, aggiunge Delibero, «di salvaguardare la bontà dell'operazione di bonifica del sito inquinato non perdendo mai di vista gli aspetti economici che girano attorno alla questione». Il riferimento dell'assessore comunale è «alle legittime preoccupazioni dei mitilicoltori jonici ai quali è andata e andrà sempre tutta l'attenzione dell'amministrazione comunale». Delibero ricorda inoltre che già nell'agosto 2005 la società Sviluppo Italia spa e l'Icram (Istituto centrale per la ricerca scientifica e tecnologica applicata al mare) hanno definito gli interventi di messa in sicurezza di emergenzà del Mar Piccolo, prevedendo le opere necessarie sulla base di dati forniti da organismi scientifici, fra cui l'Arpa. Tutto ciò, conclude l'assessore, «su mandato del commissario delegato per l'emergenza ambientale, Nichi Vendola, e del Ministero dell'Ambiente, nell'ambito della conferenza dei servizi tenutasi nella sede dello stesso Ministero e alla quale hanno partecipato i rappresentanti sia scientifici sia tecnici di organismi nazionali nonchè le organizzazioni sindacali e di categoria».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione