Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 20:51

Puglia - Una mappa per presenza di nitrati

Con il provvedimento viene rispettata una direttiva comunitaria che la Regione aveva finora disatteso per la perimetrazione delle zone dove è alto il rischio
BARI - Sarà presentata una vera e propria mappa dei luoghi dove in Puglia è alto il rischio di inquinamento delle falde e dei terreni da nitrati usati in agricoltura nella conferenza stampa che tre assessori regionali terranno domani mattina alla Regione Puglia. Gli assessori all' ecologia, Michele Losappio, alle opere pubbliche, Onofrio Introna, e all' agricoltura, Enzo Russo, incontreranno i giornalisti per illustrare un provvedimento, elaborato dalla struttura alle opere pubbliche in collaborazione con gli assessorati all' ambiente e all' agricoltura, approvato nell' ultima seduta di giunta del 2005 tenutasi il 30 dicembre scorso. Con il provvedimento viene rispettata una direttiva comunitaria che la Regione aveva finora disatteso e che prevedeva la perimetrazione delle zone dove è alto il rischio di inquinamento di nitrato a causa dei prodotti utilizzati in agricoltura e in zootecnia. Con l' intervento della Regione viene evitato il blocco dei fondi europei per il risanamento.
«Sono previsti - annuncia Losappio - anche interventi limitativi per quanto riguarda produzioni agricole e zootecniche che non potranno più avvenire così come avveniva fino ad oggi».
Tra le zone a maggiore rischio, a quanto si è saputo, vi è anche un' ampia area che riguarda il Comune di Terlizzi (Bari) e la produzione di fiori.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione