Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 12:34

Sardegna - Auto in scarpata: grave molfettese

Massimo Gentile, originario di Molfetta (Bari) ma residente a Cagliari, di 29 anni, è in Rianimazione. Nell'incidente sono morte tre persone e un'altra è ferita
CAGLIARI - E' di tre morti e due feriti, di cui uno in gravi condizioni, il bilancio di un incidente stradale avvenuto questa sera nell'orientale sarda, tra Barisardo e Tortolì, in provincia dell'Ogliastra. Le vittime sono due donne e un uomo che facevano parte di un gruppo di amici del cagliaritano, di rientro nel capoluogo sardo dopo aver festeggiato il Capodanno in Ogliastra.
Alla guida dell'auto c'era Samuele Pisu, di 26 anni, di Selargius, che ha riportato un trauma cranico, rimasto ferito insieme a Massimo Gentile, originario di Molfetta (Bari) ma residente a Cagliari, di 29, ricoverato in Rianimazione con la prognosi riservata. Le tre persone morte sono un cagliaritano di 29 anni, Nicola Caddeo, e due donne che non sono state ancora identificate in quanto prive di documenti.
Secondo una prima ricostruzione della Polizia Stradale, il gruppo di amici era partito da Baunei in direzione di Cagliari, quando nel tratto di strada tra Tortolì e Barisardo, all'altezza del km 133 dell'orientale, probabilmente a causa dell'alta velocità e della pioggia, la Jeep dopo una curva si è toccata con una Fiat Panda guidata da una donna e dopo aver sbandato è uscita di strada, finendo in uno strapiombo. Il volo del fuoristrada - causato secondo i primi accertamenti anche da un guard rail già danneggiato da precedenti incidenti e quindi inefficace - è stato di oltre una decina di metri e ha provocato le tre morti e il ferito grave, mentre chi guidava l'auto si è salvato saltando subito fuori dall'auto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione