Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 16:15

Botti - Micidiali «Lilly Magnolia» a Brindisi

Sono tra i fuochi più pericolosi della mezza tonnellata sequestrata dai carabinieri del Comando provinciale a Francavilla Fontana e a Carovigno. Tre i denunciati
ROMA - I carabinieri del Comando provinciale di Brindisi hanno sequestrato, a Francavilla Fontana e a Carovigno, circa mezza tonnellata di fuochi artificiali proibiti provenienti dalla Cina.
Tre persone sono state denunciate perchè sprovviste delle necessarie autorizzazioni e per la vendita illegale di botti.
I militari hanno eseguito anche numerose perquisizioni con l'ausilio di unità cinofile antiesplosivo.
Il sequestro è stato fatto nelle località di Carovigno, Torre Santa Susanna e Francavilla Fontana. Si tratta di fuochi pirotecnici provenienti dalla Cina privi del marchio di sicurezza. Nel corso dell'operazione, denominata «Natale tranquillo» sono state denunciate quattro persone: un commerciante di Francavilla Fontana, un cittadino di Torre Santa Susanna e di altre due persone di Carovigno.
Tra il materiale sequestrato, anche le pericolose «Lilly Magnolia». Si tratta di una batteria di fuochi artificiali a fontana con il botto finale, che spesso rappresentano il vero rischio soprattutto per i bambini quando le trovano inesplose per strada.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione